LAZIO-YILMAZ, svolta vicina

Pubblicato 
venerdì, 06/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti
(Getty Images)

RASSEGNA STAMPA- La trattativa aveva preso nei giorni scorsi sempre più la fisionomia della telenovela, eppure nelle ultime ore sta prendendo i contorni di un film realista. Perché il possibile arrivo alla Lazio di Yilmaz diventa sempre più probabile e l’intesa può essere trovata a metà della prossima settimana. Il vento che spira dalla Turchia allontana le nubi.   E’ il presidente stesso del Trabzonspor ad alzare bandiera bianca che non significa resa in questo caso ma volontà di trattare. Senza molte condizioni per la verità. Le parole del numero uno del club turco non lasciano molto spazio all’interpretazione. «Il Galatasaray? La Lazio ha fatto un’offerta, altri club no e non siamo molto distanti - ha affermato Sadri Sener - Burak ha detto che vuole andare all’estero, desidera migliorare e io gli ho risposto che aspetterò fino al 10 luglio (martedì)».

[......] Quella del Trabzonspor è una grossa apertura, preludio alla chiusura della trattativa. Anche il procuratore di Yilmaz conferma la linea: «Noi siamo d’accordo con i biancocelesti, i due club ancora non hanno raggiunto un’intesa e stanno trattando - ha dichiarato Ali Egesel - Ma Yilmaz non giocherà nel Trabzonspor la prossima stagione».  Il presidente Lotito è intenzionato a trovare al più presto l’intesa e per farlo è pronto a un blitz in terra turca per accelerare. La clausola rescissoria che lega Yilmaz al club turco è di cinque milioni di euro. Lotito ha già chiarito di essere pronto a versarli cash. L’ostacolo da superare dunque non è sul costo dell’operazione, ma sulle clausole del contratto. Il Trabzonspor insiste nel pretendere il 25 per cento dell’introito derivante da un’eventuale futura vendita dell’attaccante. La Lazio su quest’aspetto però non vuole cedere e la controproposta è quella di corrispondere una sorta di valorizzazione di 1,8 milioni da versare nelle casse turche entro ottobre.e

Che l’esterno che la Lazio ha deciso di consegnare a Petkovic sia Federico Balzaretti ci sono pochi dubbi. Il presidente del Palermo, Zamparini, lo sta cercando di blindare e per cederlo non vuole scendere sotto i tre milioni. Il calciatore da parte sua ha chiarito che se dovesse lasciare i rosanero l’unica destinazione che intende prendere in considerazione è Parigi: il fascino del ricco Psg nella città dove sua moglie, Eleonora Abbagnato, è una première danseuse. Lotito però non molla la presa e ha sfruttato l’incontro in Lega di mercoledì per parlarne con Zamparini. Balzaretti resta infatti l’esterno ideale da regalare a Petkovic: eclettico, può essere schierato su entrambe le fasce. Per arrivarci il presidente è pronto a un sacrificio superiore, dato che non ha trovato conferma la possibilità di uno scambio con Floccari.

[......] Perso Breno, quantomeno per questa stagione, la società sta valutando se intervenire con un altro acquisto, viceversa confermare il blocco del reparto difensivo della scorsa annata. In caso si decida di intervenire sul mercato i nomi sul taccuino biancoceleste sono già definiti: Rhodolfo, il gigante del San Paolo; Douglas in scadenza nel 2013 con il Twente; Jardel del Benfica.
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram