LOTITO, ma quando compri i quattro campioni?

Pubblicato 
giovedì, 14/06/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

LOTITO, ma quando compri i quattro campioni?

(getty images)

RASSEGNA STAMPA - IL CORRIERE DELLO SPORT - La promessa risale a domenica 25 marzo, il gol di Diakitè aveva appena schienato il Cagliari allo stadio Olimpico e la Lazio volava verso la Champions. Lotito era al top dell’euforia, sognava in grande, lanciò un messaggio chiaro e inequivocabile al popolo biancoceleste. «La nostra ambizione è quella di fare sempre meglio. La società si sta attrezzando per migliorare l’organico, lo fa e continuerà a farlo da qui alla prossima stagione, cercando di andare a inserire delle pedine importanti nei vari reparti, per renderla ancora più competitiva attraverso l’innesto di tre o quattro campioni. I tifosi devono aspettare una società molto ambiziosa. La società non si risparmierà nel fare investimenti importanti. Lo vedrete da qui a breve. Non faccio previsioni, sono abituato a parlare con i risultati» .[...]

Superando le perplessità di Petkovic, Tare ieri ha ufficializzato l’acquisto di Ederson a parametro zero[...] Al bosniaco l’ex Lione piace, ma si è posto il dubbio legato alla collocazione tattica. Ha firmato il contratto con la Lazio anche il brasiliano Breno, un altro svincolato, ma si aspetterà l’esito del processo a Monaco di Baviera per capire se potrà essere tesserato: è accusato di incendio doloso, rischia una condanna penale. E’ in arrivo, un’altra operazione in dirittura, il centravanti turco Burak Yilmaz, prima scelta di Petkovic per rinforzare l’attacco: costerà quasi 7 milioni di cartellino più un ingaggio da 2,1 milioni a stagione.

[...] Sul difensore brasiliano, che sino al 14 luglio sarà impegnato nella partita giudiziaria alla Procura di Monaco, c’è totale fiducia della società. La Lazio può essere l’occasione del suo rilancio, Klose l’ha definito uno dei centrali più forti del mondo, Tare è della stessa opinione. Quando era diciottenne e vinse il Brasilerao con il San Paolo di Hernanes e Dias era veramente considerato uno dei difensori migliori in circolazione. Negli ultimi due anni, a beneficio dei lettori, va ricordato come non abbia quasi mai giocato: operazione intelligente, ma anche piena di rischi. Calato nell’ambiente giusto, a patto di avere buona condizione fisica e mentale, può diventare una scommessa vincente. [...]

 

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram