Sarri: "Voglio segnali dalla squadra, non a parole"

Pubblicato 
lunedì, 27/11/2023
Di
Martino Cardani
Tempo di lettura: 2 minuti

SARRI CONFERENZA STAMPA LAZIO CELTIC VIGILIA- Il mister della Lazio, Maurizio Sarri, è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia. La partita è Lazio-Celtic, che continua il percorso biancoceleste nei gironi della Champions League 2023/24. Ecco le sue parole.

Le parole di Sarri nella conferenza stampa alla vigilia di Lazio - Celtic

Sarri sui segnali dalla Lazio dopo Salerno

"Non voglio avere segnali ora. Li voglio avere domani. Partita persa per mancanza di determinazione, in maniera brutta. La squadra deve rispondere, ma non a parole. Deve rispondere sul campo".

Sarri sull'intervento di Lotito

"L'intervento l'ha fatto il Direttore, in maniera bella tosta. Di questo sono contento, ce n'era bisogno. Ha fatto un intervento bello".

Sarri sui miglioramenti della Lazio dopo la Salernitana e la "Vecchia Guardia"

"Ormai bisogna resettare. Non esiste vecchia guarda, i nuovi sono questi, si sceglie su di loro, senza alcuna remora. Inutile parlare di tattica quando la squadra entra in campo meno cattiva degli avversari, la tattica diventa ininfluente. La tattica serve se parti allo stesso livello degli avversari. Se non ci sei la tattica è ininfluente".

Sarri sulla prevedibilità della Lazio

"Prevedibilità? Luoghi comuni che non stanno in piedi, discorsi da bar che non mi interessano assolutamente. Il Barcellona dominava in Europa giocando lo stesso calcio".

Sarri sul ritiro della Lazio e la stagione complicata

"Quest'anno il ritiro è stato fatto a buoni livelli sotto tutti i punti di vista. Dopo è cambiato qualcosa, ma durante il ritiro l'atmosfera all'interno della squadra era di ottimo livello".

Sarri sul Celtic

"Celtic è una buona squadra: buoni ritmi e intensità, discrete qualità tecniche. Non è una squadra semplice da affrontare, non dobbiamo illuderci per i risultati in trasferta, condizionati dalle espulsioni. Sarà una partita complicata sicuramente".

Sarri su cosa fa un allenatore prima di un match così delicato

"Si prepara alla partita, quello che avevo da dire l'ho detto ieri. Ora è il momento di ricompattare, senza insistere su quanto successo a Salerno, sperando che l'atmosfera particolare della Champions ci dia qualcosa in più".

Sarri su come risolvere i problemi dell'incostanza della Lazio

"La mentalità dipende da duemila fattori, non dipende solo dalle parole dell'allenatore. Giocatori e allenatori cambiano. A livello ambientale, probabilmente, qualcosa trasmette poco. Andrebbero individuati i veri motivi ma, molto probabilmente il problema è ambientale. Infortuni? Casale, Romagnoli e Zaccagni fuori. Sta meglio Rovella, vediamo oggi dopo l'ultimo allenamento".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram