Rosa troppo ampia: 32 elementi Il tecnico vara piani di «recupero»

Pubblicato 
domenica, 02/09/2012
Di
Redazione
Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLA SERA. (A. Arzilli). Dopo Zarate, il tecnico punta a rilanciare anche Matuzalem e gli altri giocatori ai margini del progetto...

(getty images)

 

Mercato senza squilli, solo complicazioni per la Lazio. Vladimir Petkovic non ha avuto i giocatori che chiedeva e adesso se ne ritrova ben 32, dieci in più di quanti ne servono. La soluzione (patti chiari con i vari Floccari, Kozak, Alfaro, ecc.) sta negli allenamenti separati e nelle amichevoli infrasettimanali, con l'obiettivo di creare dalle «cessioni mancate» un bacino da cui recuperare le forze che il mercato non ha saputo raccattare. Un piano di riciclo in piena regola: il tecnico l'ha varato con Zarate  in estate e ora spera di farci rientrare pure Matuzalem, che ha rotto con la società. «Zarate è rimasto, dall'inizio di quest'anno faceva parte del gruppo o continuerà a farlo - ha detto ieri «Petko» - Matuzalem è un grande giocatore, ma sono successe diverse cose che si devono risolvere sul piano societario. Sicuramente potrebbe dare una mano in qualsiasi squadra». Eppure il d.s. Igli Tare ha cercato fino all'ultimo di piazzarli sul mercato: Zarate è stato proposto al Genoa, in Francia, in Inghilterra, in Turchia, in Russia, ma la società ha incontrato dinieghi a ripetizione, sia dei club interpellati che dell'argentino, oppure un interesse troppo tiepido per far prendere quota ad una trattativa. Copia-incolla su Matuzalem, il «dissidente» che la società ha cercato e sta cercando di piazzare ovunque. Ma i due resistono ancora a Formello, il tecnico ha avviato il programma di recupero. Una sorta di mercato fatto in casa.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram