BERNI: Lazio, vinci a Lisbona!

Pubblicato 
mercoledì, 28/09/2011
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

BERNI: Lazio, vinci a Lisbona!

Lo Sporting ha qualità ma Reja può batterlo, poi lo farò io con il Braga

(foto Getty Images)

Tommaso Berni questa estate ha deciso di vivera una nuova esperienza e di volare in Portogallo per accettare la proposta dello Sporting Braga. «Sono contentissimo della scelta compiuta. Mi sto ambientando, studio il portoghese, mi è toccato tornare a scuo­la. Ho altre 30 lezioni da fare, ma già qualcosa capisco. E’ più complicato ri­spetto all’inglese, che avevo imparato quando ho giocato a Wimbledon. Per giocare e allenarsi non ci sono difficol­tà, ma per scambiare idee e opinioni con i compagni diventa necessario conosce­re la lingua. Il Portogallo è bellissimo, pieno di verde. Braga è una città delizio­sa, la capitale religiosa, a 40 chilometri da Oporto, a 15 dall’oceano. Sto benissi­mo ». Queste le sue parole riportate da Il Corriere dello Sport.

Domani i suoi ex compagni verranno nella sua nuova terra per affrontare lo Sporting Lisbona. «Non sarà facile spuntarla. Ho visto lo Sporting Lisbona in tv, non l’ho ancora affrontato sul campo. Ma è una delle pretendenti al titolo, una squadra piena di qualità tecniche. So che ha un allena­tore bravo, si tratta di Domingos Pa­ciencia: l’anno scorso ha portato lo Sporting Braga alla finale di Europa League. Domenica scorsa hanno vinto 3- 0 segnando tre gol nel primo quarto d’ora della partita. Giocano palla a ter­ra, sono molto veloci e davanti ci sono delle individualità. Nel rispetto del cal­cio portoghese, amano il palleggio». Un pronostico?  «Senza togliere niente allo Sporting Li­sbona, la Lazio è una grande squadra. Non sarà facile, ma spero riesca a spun­tarla. Continuo a seguire i miei ex com­pagni, mi sono rimasti nel cuore. E so­no fiducioso per questa partita. Spero riescano a giocare alla grande e ad im­porsi. Sarebbe fondamentale per il mi­ster Reja, per il gruppo, per i tifosi». Anche se ha lasciato l'Italia, Berni continua a seguire i suoi ex compagni: «Certo. Qui sono malati di calcio e tra­smettono partite di qualsiasi campiona­to. Domenica ho visto Lazio-Palermo. E poi continuo a sentire per telefono i miei amici. Penso che ci siano dei valori im­portanti. Per esempio alla prima gior­nata è stata una bellissima prestazione con il Milan. Andare a San Siro, segna­re due gol e giocare in quel modo, non credo sia casuale. Sono arrivati Klose e Cisse, parla da solo la loro carriera, non devo raccontarla io. E si sono aggiunti a Brocchi, Mauri, Ledesma, Hernanes, Biava, Dias, Radu e tutto il gruppo del­la stagione passata. La Lazio ha tutte le possibilità per crescere e provare a ri­petere, forse anche a migliorare, il cam­pionato scorso».

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram