MATUZALEM rischia il taglio

Pubblicato 
martedì, 10/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti
(Getty Images)

IL MESSAGGERO (G. De Bari)- Si sono perse le tracce di Matuzalem. La Lazio lo aspetta e lo cerca, lui non dà notizie e nessuno sa dove si trovi. Davvero un caso clamoroso di un calciatore importante, che gioca in una grande squadra, sparito dai radar. Prima la broncopolmonite, alla quale pochi hanno creduto, messa in circolazione dal procuratore, poi la storia dell’aereo perso. Sembra un male di squadra. Francelino Matuzalem dovrebbe trovarsi ancora in Brasile, ma questa è solo un’ipotesi non avallata da riscontri concreti. La società, dopo aver preso per buona la prima motivazione, ha capito che si trattava di una scusa per guadagnare tempo. Però viene difficile interpretare cosa possa aver determinato un simile comportamento da parte del centrocampista.

Petkovic è apparso piuttosto contrariato da questo caso che non si aspettava di dover affrontare. Il brasiliano figurava nella lista dei convocati per il ritiro di Auronzo. Il tecnico l’ha atteso il giorno dopo ma anche il ritardo si è rivelata una scusa. A questo punto la Lazio sta seriamente prendendo in esame anche l’ipotesi di tagliarlo, di rescindere il suo contratto. Un atteggiamento che non ha giustificazione e sul quale la società ha intenzione di non transigere. Si era parlato di una multa, ma la situazione è peggiorata tanto da non escludere un provvedimento clamoroso che metta fine al rapporto di lavoro. Secondo il procuratore, il calciatore potrebbe rientrare domani, al massimo giovedì, ma resta comunque tutto da verificare, così come da verificare saranno le sue condizioni e le decisioni che intenderà prendere il presidente Lotito, dopo aver ascoltato il parere dell’allenatore. Oggi sono attesi in ritiro Gonzalez e Carrizo.
Intanto, nell’area adiacente il campo sportivo, Vladimir Petkovic e il sindaco Daniele Larese Filon hanno inaugurato Lazio Style Village, dedicato ai tifosi, un’iniziativa nuova che ha già riscosso successo di partecipazione. Alla cerimonia ha presenziato anche Alessandro Borghieri il tifoso che, da Roma in bicicletta, ha portato ad Auronzo la bandiera biancoceleste

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram