Nando Orsi: "Inter? La Lazio se la può giocare alla grande"

Pubblicato 
giovedì, 18/01/2024
Di
Arianna Botticelli
Nando Orsi e Roberto Mancini
Tempo di lettura: 2 minuti

ORSI INTERVISTA LAZIO- L'ex calciatore Nando Orsi, oggi allenatore, ha rilasciato un'intervista a TMW Radio. Ha parlato di Lazio e di Supercoppa Italiana. Ecco le sue parole.

LEGGI ANCHE----> Inter, Mkhitaryan: "Bello giocare la Supercoppa. Vogliamo vincere tutto"

Le parole di Orsi nell' intervista sulla Lazio

Orsi sulle parole di Sarri in vista di Inter Lazio

"Metterei anche il 40% e non è poco. In queste partite non si può mai sapere. È una gara particolare essendo una semifinale. La Lazio sta lì e se la può giocare alla grande".

Orsi su Inter - Lazio

"Gli esterni possono mettere in difficoltà i quinti dell’Inter. La Lazio se ha campo aperto può mettere in difficoltà i nerazzurri. L’organico dell'Inter, però, è importante, tra i migliori in Europa. Lo scorso anno comunque la Lazio ha vinto. Quest’anno è finita due a zero ma sappiamo tutti com’è andata".

Orsi sulla Supercoppa Italiana

"Io metterei la migliore formazione per la partita. Non per forza quella titolare ma quella che è più giusta per l’avversario. La Lazio, per esempio, a centrocampo può decidere come giocarsela. Gli esterni sono quasi obbligati e anche dietro. A centrocampo le partite spesso si risolvono lì i biancocelesti possono scegliere se essere più fisici o tecnici".

Orsi sui portieri

"Io sono più sorpreso delle prove di Provedel che di Sommer. Sommer ha un curriculum invidiato da milioni di portieri. Io non mi sono meravigliato quando ha fatto vedere grandi prestazioni. Io penso che l’affare fatto in estate sia stato molto intelligente. Su Provedel, invece, non pensavo che un portiere così forte potesse giocare fino a 29 anni allo Spezia. Sarà una sfida tra tra due dei portieri più forti in campionato".

Orsi sull'esonero di Mourinho

"Secondo me Mourinho paga il fatto di non essere mai arrivato in Champions League. A livello economico e di prestigio è importante arrivare in coppa. In Europa ha fatto due finali di cui ne ha vinta una. Gli americani guardano molto al business e pensavano che per la Champions servisse una svolta. Per Sarri è diverso perché in Champions League ci è arrivato e se avesse vinto le prime due di campionato staremo parlando di un altro campionato. Quest’anno la Lazio deve confermarsi e lottare fino alla fine".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram