Riecco ZARATE: «Ridatemi la LAZIO» Ma deve convincere lo spogliatoio

Pubblicato 
domenica, 08/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

 

(Getty Images)

 

GAZZETTA DELLO SPORT (D.STOPPINI) - Questione di pazienza. Igli Tare l'ha invocata su Vladimir Petkovic, ma è una virtù che accompagna tutto il momento Lazio. Pensi a Mauro Zarate, atterrato con 24 ore di ritardo. Pensi a Matuzalem, atteso per oggi (arriverà?). Pensi alla telenovela Yilmaz. Pensi a Radu: appuntamento ad agosto, serve l'operazione al ginocchio.

Un'operazione è pure quella di provare a recuperare Zarate, non fosse altro che per questioni economiche. L'argentino è atterrato ieri mattina a Fiumicino poco dopo le 7, poi ha svolto le visite mediche: «Sono prontissimo, voglio riprendermi la Lazio», le sue parole. Altre parole, quelle di Tare, fanno però pensare: «Resterà, se non altererà gli equilibri». E gli equilibri sono quelli di spogliatoio, con cui l'argentino non si è lasciato bene un'estate fa. Ecco perché sarà decisivo il ritiro: lì Petkovic, che ieri lo ha conosciuto, valuterà. L'argentino vuole solo una chance. La spalmatura dell'ingaggio? Se ne parlerà, quando gliela chiederanno. Più difficile che invece molli la maglia numero 10, tanto desiderata dal nuovo acquisto Ederson. A meno che non arrivi la cessione, che poi resta lo scenario più probabile. In Europa semmai, nonostante in Argentina il River Plate gli abbia mandato qualche segnale.

[......]Segnali che la Lazio aspetta anche da Matuzalem: il brasiliano ha assicurato che tornerà oggi a Formello. Ma finirà sul mercato: la sua assenza è stata grave e a nulla sono servite le spiegazioni del giocatore (peraltro contraddittorie: ritardo per la broncopolmonite o per le terapie al ginocchio?). Ieri intanto si è rivisto pure Floccari, mentre gli altri due assenti Carrizo e Gonzalez si aggregheranno martedì direttamente nel ritiro di Auronzo. Ritiro che non vedrà presente Stefan Radu: il ginocchio destro fa ancora male e martedì sarà sottoposto ad artroscopia. In ritiro, almeno da domani, non ci sarà neppure Yilmaz. La Lazio non vuole più muoversi dall'ultima proposta (5 milioni subito e 1,8 entro il 2012) e aspetta che il giocatore forzi la mano con il Trabzonspor. Ci vuole pazienza. Anche qui.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram