PANATHINAIKOS-LAZIO: le pagelle di PAOLO CERICOLA

Pubblicato 
giovedì, 25/10/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE PANATHINAIKOS-LAZIO - La Lazio si fa rimontare in zona Cesarini dal Panathinaikos. Pareggio che brucia per il modo in cui è arrivato ma la Lazio mantiene la testa del gruppo J. Ecco i voti di Paolo Cericola:

Bizzarri: 6 sbaglia due disimpegni imbarazzanti nei primi minuti per palese disattenzione poi con il passare dei minuti diventa puntuale e preciso dentro e fuori dai pali.

Konko: 6 spinge molto sulla fascia destra, dalla sua parte i greci non affondano mai. Sbaglia sull’azione del pareggio greco, l’uomo gli passa davanti, rubandogli il tempo, prima di battere Bizzarri

Ciani: 5.5 ancora impacciato, in alcune occasioni quasi goffo……deve migliorare ancora molto

Dias: 6.5 sta tornando sui livelli di due stagioni fa. Perfetto in chiusura, pericoloso in avanti sui calci piazzati. Centra l’incrocio con un imperioso stacco di testa

Cavanda: 5 parte molto meglio rispetto a sabato scorso, ma poi Sissoko gli prende le misure e l’esterno angolano va in difficoltà.

Ledesma: 6 gioca un’infinità di palloni sempre con ordine Un motorino instancabile

Candreva: 6.5 prova a ripetere la rete strepitosa messa a segno contro il Milan ma l’estremo greco si oppone alla grande. E’ in un imbarazzante momento di forma e lo manifesta in ogni occasione

Gonzalez: 6.5 Pektovic lo ha definito un diesel in realtà sembra più un vino d’annata….non tradisce mai le attese

Hernanes: 6 gioca al piccolo trotto senza forzare mai ne sottoporsi a grande lavoro. Non è una dele sue migliori prestazioni ma quando gioca il pallone lo fa sempre con qualità

Mauri: 6 Incide poco in avanti. E’ sempre prezioso in fase di chiusura ma non è ancora lui in zona goal

Floccari: 6 bravo anche in ripiegamento, gioca un’infinità di palloni senza mai incidere in zona goal.

Petkovic: 6.5 Per lui la coppa vale il campionato, in controtendenza con il nostro calcio. Schiera solo 3 cambi rispetto alla formazione base mentre Klose va in tribuna con Radu. La sua Lazio gioca e convince nel primo tempo, anche grazie ad un autorete degno di Mai dire goal, poi i cambi fanno la differenza……ed arriva il pari…….nel girone non cambia nulla anche grazie al pari di Maribor.

Zarate: 5.5 Entra all’inizio della ripresa, gioca molto scolastico senza strafare ma troppo lontano dalla porta per poter incidere. Pektovic lo schiera sulla trequarti e lui si mette al servizio della squadra ma in quella zona incide molto poco.

Cana 5 : gli bastano pochi minuti per prendere la solita ammonizione per un’ entrata scomposta. Deve dare peso al centrocampo ma lo fa sempre con eccessiva irruenza

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram