ACRI: "Due anni fa proposi Armero alla Lazio..."

Pubblicato 
venerdì, 12/10/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: < 1 minuto

ACRI SU ARMERO - Sulle pagine dell'edizione odierna de 'Il Corriere dello Sport', Guglielmo Acri, consulente di mercato per il Pescara, ha svelato un piccolo aneddoto relativo alla Lazio: “Squilla il telefono, è Mario Miele, mediatore italiano che lavora in Sudamerica in special modo in Brasile, mi dice, che ha un dvd, che deve farmi vedere un talento. Non era un calciatore brasiliano, ma un colombiano, Pablo Armero. Giocava nel Palmeiras, ed ad un prezzo inferiore a 2 milioni, poteva essere davvero un affare. Anzi lo era”. In quegli anni Acri era al servizio della Lazio: “Ero consulente del presidente Lotito, che mi voleva vicino nelle operazioni in uscita. Ma quella era davvero un'occasione particolare da valutare. E ne parlai al presidente. C'era un problema però, bisognava liberare il posto da extracomunitario in tempi brevi e questo non fu possibile. Lo tenemmo in stand by per 10 giorni per poi lasciarlo. Lo stesso ostacolo lo incontrò il Parma. Alla fine il calciatore andò all'Udinese. Rimasi molto colpito da lui: mancino naturale, grande esplosività, mezzi tecnici, forza nel tiro e nel cross. Vedevi che doveva migliorare tatticamente, ma lo ha fatto, ed oggi è il calciatore che tutti vediamo”.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram