Gli ex della Lazio: "Scudetto? Troppo presto, vediamo che succede col Milan"

Pubblicato 
martedì, 09/10/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

LEGGO (E. Sarzanini) - «Scudetto? Se ne parla dopo il Milan». Il primo a sottolinearlo è stato ieri il presidente del club biancoceleste, Claudio Lotito: «Restiamo con i piedi per terra senza farci trascinare da facili entusiasmi. Per noi sarà un match spartiacque, tra l'essere e l'aspirare, speriamo che la sosta non incida sul nostro buon momento». Il quotidiano Leggo ha sondato in merito i pareri di alcuni ex giocatori della Lazio a partire dal capitano del primo scudetto biancoceleste, Pino Wilson, secondo il quale è ancora troppo presto per capire dove potrà arrivare la Lazio: «Sono passate appena sette gare e la classifica si deve ancora definire. Sono convinto che le vere ambizioni di questa squadra si capiranno a dicembre e che nemmeno un'eventuale vittoria contro il Milan nella prossima sfida dell'Olimpico, direbbe che può puntare allo scudetto». Sulla stessa linea di pensiero Roberto Baronio: «Scudetto? No perché la Juve ma soprattutto il Napoli hanno ancora qualcosa in più. Soprattutto i partenopei hanno grande facilità nel segnare e poi sono anche aiutati da una buona dose di fortuna che in certi casi non guasta mai. La Lazio sta dimostrando di poter competere, così come ha fatto nelle ultime due stagioni, per la Champions, ma servirà qualcosa in più per poter ambire al tricolore». Meno drastico Dino Zoff: «Sicuramente deve pensare di poter lottare per lo scudetto, poi se sarà in grado di farlo lo vedremo presto. La sfida contro il Milan potrebbe essere un ottimo viatico in tal senso anche perché troverà una squadra desiderosa di fare risultato a tutti i costi vista la classifica deficitaria. Battere i rossoneri sarebbe un bel segnale per le avversarie».

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram