lazionews-lazio-spal-kurtic-luis-alberto
Getty Images

SPAL LAZIO KURTIC LUIS ALBERTO – Dopo una settimana di sosta dovuta agli impegni delle Nazionali, la Serie A torna in campo nel prossimo weekend. Il campionato della Lazio riparte domenica 15 settembre a Ferrara, contro la Spal. Un impegno proibitivo per la squadra di Inzaghi, che fronteggerà una formazione molto simile a se stessa. E non solo per i colori societari. Mister Semplici ha infatti adottato lo stesso schema di gioco dei capitolini (3-5-2), proponendo un calcio offensivo e dinamico. La chiavi del match potrebbero essere il centrocampo e la miglior lucidità di uno dei due calciatori che sono il fulcro del progetto tattico dei rispettivi allenatori: Kurtic e Luis Alberto.

Kurtic, il “tuttofare” della Spal soffre la Lazio

Jasmin Kurtic è il giocatore con più talento della Spal. Lo sloveno, classe 1989, ha iniziato la sua terza stagione a Ferrara ed ha concluso la scorsa con 6 gol e 5 assist a referto. Secondo miglior realizzatore della squadra dopo Petagna (16) e superato solo da Lazzari (ora alla Lazio) per numero di passaggi vincenti, Kurtic gioca da mezzala nel 3-5-2 di Semplici. Vero e proprio regista offensivo della squadra, lo sloveno non è solo un centrocampista dai piedi buoni ma ha anche ottime capacità di inserimento ed è pericoloso nel gioco aereo. Lo sloveno, contro la Lazio, non ha però una buona tradizione. I precedenti sono ben 12 nei quali ha ottenuto appena 2 vittorie, a fronte di 4 pareggi e 6 sconfitte. Nella sua carriera Kurtic ha segnato un gol ai biancocelesti (19 aprile 2014, Lazio-Torino 3-3) e fornito un assist (29 settembre 2013, Sassuolo-Lazio 2-2). Un vero e proprio tuttofare, con licenza di gol. Ma che soffre i biancocelesti.

Luis Alberto, un equilibrio da sconvolgere

L’alter ego di Kurtic alla Lazio è Luis Alberto. Lo spagnolo non ha la stessa pericolosità dell’avversario nello stacco aereo, ma gioca nella sua posizione ed è la mente dello scacchiere di Inzaghi. Il laziale, però, parte con un vantaggio. Luis è rimasto a Roma durante la sosta mentre lo sloveno è stato convocato dalla sua Nazionale per gli impegni di qualificazione a Euro2020. La freschezza mentale e gambe meno pesanti potrebbero fare la differenza in un duello tra assoluti talenti. Luis Alberto, inoltre, ha già messo a referto un gol e due assist nelle prime due giornate mentre Kurtic è fermo a quota zero. Il numero 10 vanta anche una curiosa statistica contro la Spal. Nei tre precedenti giocati contro i ferraresi, i conti dello spagnolo sono in perfetta parità. Una vittoria, un pareggio, una sconfitta, ma anche un gol e un assist (entrambi il 6 gennaio 2018, Spal-Lazio 2-5). Ora c’è da interrompere l’equilibrio.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.