Lazio, ZOFF: "Non nominerei la parola SCUDETTO"

Pubblicato 
martedì, 23/10/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti
(getty images)

In esclusiva per la CittàCeleste, ha parlato l'ex portierone della Nazionale Dino Zoff sul momento eccellente della truppa di Petkovic.

Ecco le sue parole:

Questa Lazio ha delle similitudini con quella sotto la sua presidenza?

"Andiamoci piano, contro il Milan ha dimostrato di poter stare lassù, ma credo che il valore di questa squadra si vedrà proprio quest'anno. L'ho sempre considerata un'ottima squadra, anche nelle stagioni recenti, ma credo che questo sarà l'anno in cui si determinerà la sua forza, decisivo per diventare grande".

Chi sono i giocatori più importanti per riuscire a fare quel grande salto?

"Sono tutti importanti, l'organico è ben fornito in tutti i ruoli. Anche perchè, per fare grandi cose, c'è bisogno dell'apporto di tutti i componenti".

Cosa ne pensa del nuovo tecnico, non tutti sono a suo favore?

"In tempi non sospetti avevo sentito parlare molto bene di lui. Sta facendo benissimo, ha messo tutti gli uomini al posto giusto e, di conseguenza, la squadra sta rendendo al meglio".

La Lazio potrà lottare per i primi posti?

"Si vedrà, molto dipende da quello che farà la Juventus. Per adesso ancora nessuno è riuscito a batterla, conserva ancora un vantaggio tecnico sulle avversarie. Hanno quindi ancora i favori del pronostico, c'è da capire se squadre come la Lazio, ma anche Napoli, Inter e Roma riusciranno a sovvertirlo attraverso i risultati".

Si può parlare di scudetto?

"Io non lo nominerei. Non per scaramanzia, ma per non creare presupposti di eccessiva responsabilità sulle spalle dei calciatori. Prima di tutto dare il 100%, poi si vedrà".

Come vede la Lazio in Europa league?

"Nella mia vita ho sempre fatto il possibile, per dare il massimo in tutte le competizioni. La rosa è buon e si può fare bene in tutte le manifestazioni, sarebbe molto rischioso decidere di puntare tutto su una cosa e rischiare che non arrivi neanche quella. Io ho vinto una Coppa Italia e un Coppa Uefa, qualche anno fa, con una rosa non larghissima e ho fatto tutte e tre le competizioni alla grande. Nelle grandi squadre giocano sempre gli stessi, e la Lazio negli undici può fare risultati eccellenti".

Dove può arrivare questa squadra?

"Deve fare il massimo in Campionato, Europa League e Campionato. Deva assolutamente pensare a fare qualcosa di più rispetto agli ultimi anni..."

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram