Mario Gila: "Dal Castilla alla Lazio è un bel salto. Su Nesta..."

Pubblicato 
giovedì, 04/08/2022
Di
Daniele Izzo
gila-lazio-conferenza-stampa
Tempo di lettura: 2 minuti

GILA LAZIO CONFERENZA STAMPA - In conferenza stampa, il neoacquisto Mario Gila, ha rilasciato alcune dichiarazioni su questi primi giorni in maglia Lazio. Ma non solo. Il difensore spagnolo ha parlato anche del Real Madrid e di ciò che l'ha convinto a sposare il progetto biancoceleste.

La prima conferenza stampa di Gila alla Lazio

"Il Real Madrid è stata un'esperienza molto bella. Quello che porto qui è l'ambizione: vengo per dimostrare. Il ringraziamento al presidente, al direttore e al tecnico che mi hanno voluto".

Ancelotti e la Serie A

"Non ho parlato con Ancelotti del mio trasferimento. Mi ha trasmesso un po' di italianità, ma la decisione di venire qui è stata solo mia. Ero attratto dal lavorare con Sarri e sono convinto che farò bene. Le motivazioni che mi hanno convinto a lasciare la Liga sono tattiche: in Italia c'è un attenzione diverso rispetto all'Italia. Il mio modello è Nesta, un riferimento per questo club e per tutti i difensori centrali. E' ineguagliabile, ma mi ispiro a lui".

La colonia spagnola alla Lazio

"In realtà non ho parlato con nessuno degli spagnoli prima di venire qua. Sicuramente avere dei connazionali in squadra rende il mio inserimento molto più semplice. Ma devo dire che l'accoglienza di tutti è stata straordinaria".

Real Madrid o RM Castilla

"Io vengo come un giocatore del Real Madrid Castilla. Sono qui per formarmi, maturare e imparare. E' questo che mi motiva molto".

Dal Real Madrid alla Lazio

"Il salto dal Real Madrid Castilla alla Lazio è grande. Un salto fatto sulle ali dell'ambizione, che mi motiva molto. Aver debuttato con la prima squadra dei 'Blancos' ed essermi allenato con loro è una fortuna che molti non hanno. Il Real è una squadra enorme, speciale e questo te lo trasmette, ti da proprio il sentimento della vittoria".

Su Sarri

"Sono un giocatore molto fisico, rapido, potente. Quello che mi manca è l'aspetto tattico, una cosa su cui Sarri lavora molto".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram