LOTITO invoca la MOVIOLA in campo, intanto PETKOVIC mette il TORO nel mirino

Pubblicato 
lunedì, 29/10/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 3 minuti
(Getty Images)

QUI FORMELLO - Stamattina la Lazio è tornata in campo in vista del match di mercoledì sera all’Olimpico contro il Torino (gara affidata a Giannoccaro - LEGGI IL NOSTRO APPROFONDIMENTO SU DI LUI). La squadra è stata divisa in due gruppi: da un lato chi ha giocato ieri e dall’altro coloro che non hanno preso parte alla sfida di Firenze. Per i primi soltanto lavoro di scarico mentre sono scesi in campo i secondi. Il tecnico Petkovic ha previsto soltanto questa seduta di allenamento per oggi. I biancocelesti torneranno a Formello domani per la consueta rifinitura della vigilia alle ore 17.30. Sessione che sarà preceduta dalla conferenza stampa di mister Petkovic, in programma alle ore 15.30.

LOTITO SULLA MOVIOLA - Dopo il silenzio di ieri, oggi Claudio Lotito è tornato a parlare della gara di Firenze: “La partita di Firenze l’hanno vista tutti, ma le valutazioni non spettano a me perchè sono un componente dell’organo istituzionale e le disquisizioni non vanno fatte a livello mediatico”. Infine il patron della Lazio lancia un appello: “Ho sempre detto che i giudici di porta erano inadatti. Li ho sperimentati sulla mia pelle: in Europa League due anni un giudice di porta non dette un fallo evidentissimo su Zarate. Gli uomini non sono macchine e possono fare degli errori. Bisogna dare certezza del giudicato. La moviola in campo è indispensabile, così si evitano recriminazioni. Gli errori incidono in maniera determinante sul campionato: avere tre punti e non averli equivale a sei punti”.

LE PAROLE DI PETKOVIC – L'allenatore biancoceleste Vladimir Petkovic torna sulla gara di ieri: “A quello che è accaduto ieri, sicuramente ci pensiamo, ma tutto quello che non è calcio, non dovrebbe interessarci. E’ un peccato, ma abbiamo dormito per un tempo e questo non deve accadere. Dobbiamo dire che l’avversario ha giocato un buon calcio, ha fatto una partita molto aggressiva. Nel secondo tempo abbiamo reagito ma non abbiamo concretizzato. Dalla partita di ieri, abbiamo imparato che non si può regalare mai nulla all’avversario. Bisogna giocare per 90 minuti. Anche dopo questa sconfitta, noi abbiamo il morale alto”. Poi il mister parla delle assenze di Hernanes e Ledesma per squalifica, della diffida di Klose e apre le porte a Zarate:Ora dovrò adottare, sono obbligato, un miniturnover, abbiamo anche due squalificati. Klose diffidato? Adesso c’è la partita con il Torino, al derby ci penseremo poi. Al massimo lo cambio contro il Catania..ma due minuti prima della fine (ride ndr). Mauro sta bene fisicamente, io lo aspetto. La porta è sempre aperta, a tutti”.

GLI STRASCICHI DEL DOPO FIRENZE - La gara di ieri al Franchi ha senza dubbio lasciato dietro di sè una lunga sequela di polemiche sull'arbitraggio di Bergonzi. Oggi il presidente del Coni Giovanni Petrucci ha cercato  di smorzare i toni: "Gli errori ci sono stati, e’ sotto gli occhi di tutti, e ci saranno sempre. Ma tutti dovrebbero accettarli, stare piu’ zitti e ritirare le denunce fatte”. Anche il designatore degli arbitri Stefano Braschi ha detto la sua: “Non e’ stata una delle domeniche peggiori ma è inevitabile che ci siano degli errori”. Anche l'ex allenatore biancoceleste Dino Zoff è della stessa idea: "Gli errori degli arbitri ci sono sempre stati e continuo a pensare che facciano parte del gioco. Quello che cambia sono le pressioni e le reazioni anche esagerate”. Intanto Hernanes può tirare un sospiro di sollievo: se il Giudice Sportivo avesse giudicato come condotta violenta la sua entrata ai danni di Cuadrado, il Profeta sarebbe stato punito con 3 giornate di squalifica. Ma oggi sono arrivate le sanzioni di Tosel: solamente un turno per lui e Ledesma (espulso per doppia ammonizione contro la Fiorentina).

VERSO LAZIO-TORINO - Reduci dalla sconfitta casalinga contro il Parma, i giocatori del Torino già pensano al match dell'Olimpico contro la Lazio: “Ora andiamo a Roma consapevoli che possiamo metterli in discussione", è il commento del centrocampista Matteo Brighi. Anche Giuseppe Vives, suo compagno di reparto, lancia la sfida ai biancocelesti: "La sconfitta brucia, ma siamo pronti a ripartire. Andremo a Roma a recuperare i punti persi contro il Parma". Intanto la squadra è tornata oggi in campo: da un lato programma defaticante per i reduci della partita contro gli emiliani mentre per gli altri lavoro più impegnativo con partitella finale. Alla ripresa degli allenamenti c’era anche Angelo Ogbonna, il capitano granata ha svolto tutto l’allenamento senza troppi problemi.

IL RESTO DELLE NEWS - Oggi Alvaro 'El Tata' Gonzalez oggi spegne 28 candeline (CLICCA QUI PER IL MESSAGGIO DI AUGURI DELLA SOCIETA'). La S.S.Lazio ha stretto un accordo di partnership con Trenitalia per il campionato 2012-2013: i biancocelesti utilizzeranno il Frecciarossa per i propri viaggi in treno.

D.G.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram