CORRIERE DELLO SPORT. Rocchi: «Totti ormai fa il comico»

Pubblicato 
venerdì, 14/10/2011
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

(getty images)

Come riportato dal Corriere dello Sport, ieri Rocchi in conferenza ha rispo­sto a Totti, ha parlato di Tagliavento, di Reja e della sua voglia di tornare a par­lare sul campo.

Come arriva la Lazio al derby dopo cin­que sconfitte?

«Con grande voglia di vincere, sappia­mo come è andata le altre volte, voglia­mo cambiare questa direzione. Ci stia­mo preparando bene, sapendo che si tratta di una partita diversa. Si vive mol­to fuori dal campo, ma conta solo vince­re e basta».

Totti ha definito Reja uomo-derby, il portafortuna della Roma.

«Ho letto sui titoli di Sky... Le solite bat­tute simpatiche, del resto fa l’attore co­mico in tv... Ci può stare come battuta e anche la mia può essere presa come una battuta».

Giocatori come Klose e Cisse possono aver aumentato la personalità della squadra?

«Sono giocatori importanti, esperti e di personalità. Sanno cosa li aspetterà. Di­rò di darci dentro, in maniera decisa e con grande voglia. Deve esserci voglia di vincere».


Cosa fa la differenza in un derby?

«La concentrazione è fondamentale. Poi la determinazione: ci si deve far sentire in campo per dimostrare di essere più forti. Infine la volontà, come nella vita. Bisogna trovare qualcosa che ti spinge».

La Roma è nuova. Si può dire che la La­zio sia più forte?

«Hanno cambiato la società, l’allenato­re e anche molto della squadra. Il valo­re verrà fuori con il passare del tempo. Il campo dirà chi è più forte in questo momento perché il derby spesso can­cella tutto ciò che è successo prima».

L’assenza di Totti è un vantaggio per la Roma?

«E’ un problema che non mi pongo, do­vremo affrontare la Roma. Chi non c’è, non gioca e non conta per questa parti­ta ».

E’ il derby di Reja?

«Non l’ha mai vinto, vincerà... Lo vedo tranquillo, anche lui sa l’importanza di questa partita e ha una gran voglia di vincerla. Sta preparando la partita al meglio».

E’ soddisfatto del suo impiego?

«Eh, contentissimo... Voglio precisa­re, non essere polemico. Giocando poco, fatichi a prendere condizione. Non è facile, la squadra è competivi­va, ci sono attaccanti importanti. Mi piacerebbe avere più spazio, ma sono a disposizione di Reja e avverto la sua fiducia».

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram