REJA: "Senza la contestazione avrei senz'altro portato la Lazio in Europa"

Pubblicato 
venerdì, 01/05/2015
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA LAZIO - Quella di domenica non sarà una gara qualunque per Edy Reja: con la Lazio ha scritto una delle pagine più belle della sua carriera da allenatore prima con una salvezza difficoltosa, poi sfiorando a più riprese l'ingresso in Champions, ed infine il mezzo miracolo dello scorso anno quando stava riuscendo nell'impresa di portare una Lazio disastrata in Europa con solo mezzo campionato a disposizione: "E l’avremmo ottenuta se il pubblico ci avesse aiutato (i tifosi disertavano lo stadio per contestare Lotito, ndr). È stato questo il motivo che mi ha spinto ad andar via da Roma", ammette il tecnico di Lucinico a La Gazzetta dello Sport. "Avevo iniziato a impostare la nuova stagione con Lotito e Tare, certi acquisti li abbiamo ponderati assieme. E ho fatto i complimenti ai dirigenti per la scelta: Pioli era l’uomo giusto al posto giusto. Ha un organico completo grazie anche alla crescita di alcuni giovani che avevano iniziato con me". Ora quei giovani sarà chiamato a fermarli...o forse no? In fondo dentro di lui batte ancora un cuore in parte biancoceleste...

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram