Juventus-Lazio. Keita vs Douglas Costa, sognando la Coppa e la maglia bianconera

FACCIA A FACCIA – Domenica alle 20.45 la Lazio sfida la Juventus campione d’Italia nella finale di Supercoppa italiana 2017. Quello dell’Olimpico sarà un match nel match: in campo, infatti, si troveranno il neo arrivato bianconero Douglas Costa e il possibile futuro acquisto Keita Balde Diao, per la prima volta (e forse anche l’ultima) uno contro l’altro a contendersi la coppa.

IL RISCATTO DEL BRASILIANO – “Il campionato italiano è perfetto, sono felice di essere arrivato adesso, spero di portare la squadra a grandi successi internazionali”. Le prime parole in bianconero del 26enne Douglas Costa mostrano un giocatore arrivato a Torino per vincere e convincere: dopo l’esperienza al Bayern Monaco, il talento brasiliano vuole  riconquistarsi con la Juve il suo posto nella Selecao. La prima sfida per iniziare con il piede giusto sarà proprio la finale di Supercoppa: nato come centravanti, il classe ’90 col tempo si è adattato al ruolo di esterno offensivo. E’ micidiale nell’uno contro uno e di grande velocità, accelerazione e imprevedibilità, ma la sua principale caratteristica è la grande duttilità. Predilige giocare sulla fascia destra, essendo mancino, ma è efficace anche a sinistra. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balòn. Giocherà nel 4-2-3-1 di Allegri, insieme a Dybala e Mandzukic, dietro ad Higuain. Sarà avversario, forse, per l’ultima volta di un biancoceleste che ricopre il suo stesso ruolo e che sembra prossimo ad approdare a Vinovo.

TELENOVELA AFRICANA – Domenica la Juventus incrocerà il promesso sposo Keita in Supercoppa: una telenovela estiva che sembra essere giunta ai titoli di coda. Lotito valuta il bad boy biancazzurro addirittura 30 milioni e non fa sconti: c’è dunque la possibilità che il Balde giovane resti a Formello se la Vecchia Signora non soddisfacesse le richieste del presidente biancoceleste. Inzaghi nel frattempo pensa alla formazione: nel suo 3-5-2 potrebbe schierare dall’inizio il senegalese, al fianco di Ciro immobile. Con una buona corsa e un rapido dribbling, questo classe ’95 indossa spesso le vesti dell’assist-man, ma non disdegna il tiro a rete dalla corta e dalla lunga distanza: contro la Juve potrebbe essere l’ultima con la Lazio, ma anche l’occasione giusta per convincere definitivamente il club piemontese a regalargli il tanto agognato sogno bianconero. E chissà alla fine come andrà a finire, in campo e nel calciomercato: domenica sera solo uno dei due festeggerà, mentre la prossima settimana sarà fondamentale per le sorti di entrambi gli esterni. Questo matrimonio sà da fare oppure no? Alla Supercoppa l’ardua sentenza.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here