Ranieri: “Io alla Lazio? Una volta avrei accettato, ora…”

PREMIO RANIERI LAZIO – Claudio Ranieri ha ricevuto quest’oggi il premio “Tor Vergata – Etica nello Sport”, giunto alla sua quindicesima edizione. L’onorificenza, assegnata dal secondo polo universitario della Capitale, viene da sempre data a personaggi di caratura nazionale ed internazionale che si sono distinti nel proprio lavoro per correttezza, fair play e valori etici.

La  Commissione giudicante, presieduta dal Rettore Giuseppe Novelli, ha scelto di assegnare il premio all’allenatore romano, autore del miracolo Leicester, che da sempre interpreta al meglio ciò che deve essere lo sport: impegno massimo e agonismo, ma nell’ambito della lealtà e della correttezza, riuscendo  a rimanere se’ stesso, pur realizzando traguardi giudicati impossibili. Un grande campione nella vita prima ancora che nell’attività sportiva e professionale.

Mister Ranieri ha poi risposto ad alcune domande dei giornalisti presenti in sala.

SUL FUTUROCi sono state alcune proposte di Nazionali, ma ho toccato la Grecia e sono rimasto scottato. Vorrei avere giocatori da vedere tutti i giorni. In Italia mi piacerebbe un buon progetto.

SULLA LAZIO –  Io alla Lazio? No, perché sto concludendo la mia carriera. Se fossi stato agli inizi della mia attività l’avrei accettata. La rispetto e mi piace come gioca.