CORRIERE DELLO SPORT. Coni, ultimatum alla Lazio.

La strada è una sola: «O la Lazio paga il debito entro la scadenza prevista (il 30 giugno scadono i termini per l’iscrizione al campionato, ndr) o non potrà giocare allo stadio Olimpico il prossimo campionato»…

(foto Getty Images)

Il Corriere dello Sport – La strada è una sola: «O la Lazio paga il debito entro la scadenza prevista (il 30 giugno scadono i termini per l’iscrizione al campionato, ndr) o non potrà giocare allo stadio Olimpico il prossimo campionato». Così parlò Gianni Petrucci, il presidente del Coni in persona. La posizione dell’ente non cambia, la Lazio non può fare altro che sanare il debito contratto nei mesi scorsi. Il botta e risposta va avanti da settimane, il presidente Petrucci è tornato a farsi sentire ieri dopo che il Coni martedì aveva replicato con un comunicato alle dichiarazioni rilasciate da Lotito. Il patron biancoceleste chiede e richiede di negoziare il contratto d’affitto dell’Olimpico, la riposta è sempre stata negativa. Il Coni reclama gli arretrati (poco più di 2 milioni di euro) e ha iniziato a tutelarsi a livello legale.

La Lazio ha tempo sino al 30 giugno per pagare, il debito va sanato per formalizzare l’iscrizione alla serie A 2011-12. Petrucci è stato chiaro:«Quando si firma un contratto poi bisogna rispettarlo, punto e basta». […] Il presidente del Coni ha spiegato che per la prossima stagione non si ridiscuterà nessuna condizione contrattuale, ha però aperto alla possibilità di cambiare gli accordi tra un anno:«La Lazio ha già firmato(lo scorso 19 aprile, ndr)il contratto per la prossima stagione riconoscendo il debito pregresso e impegnandosi a rispettare la clausola per il prossimo campionato. Le condizioni non sono dunque negoziabili». Petrucci è disposto a riesaminare le condizioni a partire dalla stagione 2012-2013, pure il Coni non è soddisfatto di alcuni aspetti del contratto:«Anche dal nostro punto di vista ci sono delle cose che non vanno e che sono da rivedere e da cambiare. Per questo siamo disponibili a rinegoziare i prossimi contratti, ma solo dopo che il presidente Lotito avrà saldato il debito e rispettato il contratto che ha già firmato».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here