IL CORRIERE DELLO SPORT. Lotito furioso con il Milan

IL CORRIERE DELLO SPORT. Lotito furioso con il Milan

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport sugli umori del presidente biancoceleste dopo che la Champions è sfumata per un soffio…

(foto Getty Images)

LECCE – Lotito furioso con il Mi­lan, si aspettava una vittoria dei rossoneri, un successo che avreb­be spinto la sua Lazio in Cham­pions League e invece è arrivato un pareggio a reti bianche, il risul­tato più scontato e pronosticabile. Lotito si aspettava il miracolo o quantomeno un’esibizione diversa da parte dei campioni d’Italia, è ri­masto deluso. Ha vissuto la gara di Lecce in tribuna, è stato informato costantemente dai suoi collabora­tori dell’andamento del match del Friuli e a fine parti­ta ha provato ama­rezza e delusione.

Non si è presentato davanti alle teleca­mere e ai microfoni, si è sfogato nei pres­si della sala stampa dello stadio mentre guardava la televi­sione e ascoltava gli interventi dagli altri stadi. Accanto a lui c’era Luigi De Canio e il presidente della Lazio, parlando con il tecnico dei puglie­si, s’è lasciato scap­pare una sola frase: « Certe cose non devono succede­re… » . Lotito, successivamente, non ha voluto confermare la frase da­vanti ai cronisti, evidentemente l’­ha fatto per non entrare in polemi­ca con la società rossonera e pro­babilmente oggi smentirà quelle poche parole. Ma lo sfogo era rea­le, la rabbia evidente, non è riusci­to a nasconderla, non c’era bisogno di esternarla con dichiarazioni ad effetto. Il presidente della Lazio da settimane si affannava nel chiede­re la regolarità del campionato e nei giorni che hanno preceduto il match di Lecce non aveva mai messo in dubbio l’atteggiamento del Milan, ieri qualche perplessità l’ha avuta. La Lazio giocherà in Europa League il prossimo anno, il quarto posto lo ha ottenuto l’Udi­nese calcolando la differenza reti, per i biancocelesti è una beffa do­lorosa.[…]

LA SQUADRA –La de­lusione della Lazio a fine gara era evi­dente, palpabile. I giocatori sono anda­ti sotto la curva del settore ospiti, c’era­no almeno cinque­cento tifosi bianco­celesti, li hanno sa­lutati, hanno lancia­to magliette e panta­loncini, hanno rivol­to un applauso di ringraziamento ai fedelissimi. Tutti nel mondo laziale speravano di ag­ganciare il treno della Champions League, ma è troppo facile crede­re che sia sfumato all’ultimo minu­to dell’ultima giornata di campio­nato.[…]

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.