LEGGO. Adesso Reja ha una Lazionale

LEGGO. Adesso Reja ha una Lazionale

L’articolo integrale di Leggo. Klose pronto a superare Muller, per Cissè e Marchetti è l’anno del rilancio

(foto getty images)

ROMA – Chiamatela pure Lazionale. La nuova Lazio parte da una certezza, la stessa palesata da Reja alla fine del ritiro di Auronzo di Cadore: l’esperienza. I numeri non mentono: oggi la squadra titolare può contare su ben 9 giocatori che sono nel giro delle rispettive nazionali contro i sei della scorsa stagione. Non è un segreto che Lotito, per consentire alla squadra di tornare a lottare per grandi traguardi, abbia puntato su giocatori magari non giovanissimi ma affermati. Le due certezze, sulle quali Reja punta tutto, si chiamano Klose e Cissè. I due sono stati incensati anche da Kozak che ieri, ai microfoni di Lazio Style Radio, ha detto: «Voglio restare alla Lazio, perché vicino a quei due non posso che migliorare».
Il francese è stato chiaro: «Grazie alla Lazio mi riprenderò la Nazionale». Stesso discorso per il connazionale Konko, certo di poter tornare a vestire la maglia dei «bleu» grazie ai biancocelesti. L’attaccante tedesco, invece, che con la maglia della Germania ha segnato 61 reti come Gerd Muller, spera di centrare il sorpasso quanto prima, magari già dal prossimo impegno il 10 agosto contro il Brasile: «Mi sento pronto, non vedo perché non dovrei giocare».
Chi punta dritto a tornare in Nazionale è certamente Marchetti, uscito dal giro azzurro per la lite di un anno fa con il presidente del Cagliari che gli è valsa una stagione di tribuna forzata. Puntano all’Italia anche Ledesma, già convocato da Prandelli e Mauri, che invece è ormai entrato nelle grazie del cittì azzurro.
Chi non vede l’ora di poter nuovamente vestire la maglia della sua nazionale è Hernanes, che nonostante il fallimento del Brasile in Coppa America, è stato però ignorato dal cittì Menezes per l’amichevole contro la Germania del 10 agosto. Il centrocampista, convocato a febbraio scorso per la sfida contro la Francia, fu espulso al 40’ per un brutto fallo su Benzema. Da quel momento per lui le porte verdeoro si sono chiuse. «Ma io non mollo», ha sottolineato pochi giorni fa il brasiliano.
Tra i punti fermi di Reja, (Cana, Lulic, Radu, Kozak, Stankevicius e Cana) spunta a sorpresa il nome di Gonzalez, fresco vincitore della Coppa America con l’Uruguay, competizione che lo ha visto protagonista. (ass)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here