ALLIEVI REGIONALI. Lazio-Atletico Roma 5-0, trionfano i 95′ di Inzaghi!

ALLIEVI REGIONALI. Lazio-Atletico Roma 5-0, trionfano i 95′ di Inzaghi!

Nella finalissima disputata a Ciampino la squadra biancoceleste affonda gli avversari grazie ai gol di Silvagni e Filippini e alla tripletta del bomber Lombardi…

Lazio-Atletico Roma 5-0

LAZIO (4-3-1-2): Smacchia (25′ Di Piero); Fersini, Ma­rin ( 10′ st Pollace), Pace ( 10′ st Bianchi), Filippini; Mazzei, Silvagni (22′ st Pa­terni), Greco (20′ st Di Ba­gno); Lombardi ( 15′ st Liardo); Giordano, Tom­masone ( 3′ st Parmense) All.: Inzaghi.

ATLETICO ROMA (4-4-2): Matera (1′ st Arnoldo); Se­mentilli ( 10′ st Catinari), De Sori, Rossi, Fenu (10′ st Nardi); Cataldi, ( 1′ st De Santis) Fratarcangeli (5′ st Sterlicchio), Zoppis, Rosa­ti (1′ st Alleva); Mastropie­tro (1′ st Miozzi), Minicuc­ci. A disp.: Catinari. All.: Baldari

ARBITRO: Perri di Roma 1 Guardalinee: Santoro, An­tonaglia

MARCATORI: 3′ pt Silva­gni (L), 11′ pt Filippini (L), 21′ pt Lombardi (L), 37′ pt Lombardi ( L), 5′ st Lom­bardi (L).

AMMONITI: Rossi ( A), Minicucci ( A), De Santis (A).

Dopo una stagione esaltante, arriva lo scontro finale. Ci si aspettava un derby contro la Roma, invece all’ultimo atto la Lazio si ritrova di fronte l’Atletico Roma e sempre di derby si tratta. La squadra di Baldari ha eliminato proprio i giallorossi in semifinale, mentre i ragazzi di Simone Inzaghi hanno sconfitto nel doppio incontro la Nuova Tor Tre Teste. Al campo neutro di Ciampino tutti si attendevano, quindi, una sfida ad armi pari tra le due compagini classe 95′: ma così non è stato. I biancocelesti hanno dominato la gara in lungo e in largo, senza mai concedere niente agli avversari e in soli ventun minuti hanno ipotecato il risultato. Ad aprire le danze è Silvagni, che al 3′ si porta al limite dell’area e con il destro calcia di potenza e indirizza la sfera sotto la traversa, dove Matera non può arrivare. La reazione dell’Atletico Roma, che tanto aveva impressionato nella gara disputata contro la Roma, non arriva e la squadra di Inzaghi colpisce ancora senza pietà. Stavolta è Filippini ad andare in gol, risolvendo dalla breve distanza una mischia in area scaturita da una punizione dalla sinistra. L’undici in maglia blu prova a venire fuori e al 14′ conquista un calcio piazzato dai venticinque metri: sul pallone va Fratarcangeli e lascia partire una gran botta che mette i brividi a Smacchia, ma termina di poco alta sopra la traversa. Dopo lo spavento subito, la Lazio decide di chiudere i conti e al 21′ si porta sul tre a zero grazie al gol di Lombardi: il bomber laziale finalizza al meglio una bella azione manovrata dei suoi compagni battendo Matera con un bolide da dentro l’area di rigore. E’ il colpo del ko: l’Atletico Roma d’ora in poi non fa altro che assistere allo show biancoceleste. Prima dell’intervallo c’è tempo per un’altra rete dell’attaccante con la maglia numero nove, che anche stavolta viene ben servito dai suoi e dal limite spedisce la palla alle spalle dell’incolpevole portiere avversario.

Nella ripresa la gara vive d’inerzia: la Lazio ha ormai la vittoria in pugno e l’Atletico Roma non ha più le forze per reagire agli attacchi degli avversari, che fanno del possesso palla la loro arma in più. A chiudere il bellezza la gara trionfante per i colori biancocelesti ci pensa Lombardi, che al 5′ mette a segno la propria doppietta personale ribadendo in rete l’assist al bacio di Fersini dalla destra. Raggiunto il cinque a zero, i ragazzi allenati dal bomber del secondo scudetto laziale Simone Inzaghi, decidono che può bastare così e si limitano a mantenere dalla loro parte il pallino del gioco. Dopo lunghi tratti di gioco sterile a centrocampo, al 25′ la squadra di Baldari ha un guizzo d’orgoglio e prova a portarsi in avanti. Lo fa con Minicucci, che dalla trequarti serve con un perfetto passaggio filtrante Alleva, che si ritrova così lanciato a rete in area di rigore, ma la conclusione dell’attaccante in maglia blu non ha fortuna; da quelle parti non si passa, la difesa biancoceleste si erge a muro davanti alla propria porta e allontana ogni pericolo. E’ questo l’ultimo brivido di un match ampiamente dominato dalla Lazio, che deve aspettare solo il triplice fischio finale per far esplodere la propria gioia.

Anche il Presidente Claudio Lotito era presente alla premiazione e si è complimentato col mister Inzaghi per il fantastico risultato ottenuto al suo esordio come allenatore.

 

Linda Borgioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.