Pjanic-Higuain, mentalità Juve: all’Olimpico per vincere arriva la coppia delle meraviglie

ZOOM AVVERSARIA – Vincere, una volta per tutte, contro la bestia bianconera. E’ sempre più vicina la seconda giornata del campionato di Serie A: nell’anticipo di sabato alle ore 18.00, la Juventus di Massimiliano Allegri, vittoriosa contro la Fiorentina una settimana fa, fa visita alla Lazio, reduce invece da una vittoria all’esordio in questa stagione in un vero e proprio “festival del gol” a Bergamo, contro l’Atalanta. La direzione della gara è stata affidata all’internazionale Marco Guida, giovanissimo fischietto italiano 35enne di Torre Annunziata, coaduivato dagli assistenti Tonolini e Tegoni (quarto uomo Magnanelli, addizionali di porta Damato e Irrati).

L’OLIMPICO PORTA BENE – Sono ben 72 i precedenti all’Olimpico: 30 le vittorie per i bianconeri, 18 i pareggi, mentre 24 i successi laziali. I capitolini hanno segnato appena un gol e raccolto solo un punto negli ultimi sette confronti giocati a Roma contro la Vecchia Signora, mentre la Juventus va a segno in casa della Lazio da 11 partite con 18 reti totali. L’ultima sfida di campionato in cui i bianconeri non hanno segnato risale addirittura al 6 dicembre 2003.

HIGUAIN, ARMA LETALE – I ragazzi di Inzaghi saranno più preoccupati del solito. Già, perché stavolta la Juventus si presenta all’appuntamento con un’arma in più: l’acquisto dell’anno, Gonzalo Higuain, quando gioca contro le aquile si esalta, gioca bene e segna. Segna tantissimo. La Lazio è sicuramente la vittima numero uno dell’ex Napoli: l’argentino ha messo a segno ben 12 gol in 11 incontri.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – “Contro la Lazio sono sempre partite difficili e lo sarà anche stavolta”, aveva commentato ieri Mario Lemina, allertando i compagni che scenderanno in campo contro i capitolini, a differenza sua che probabilmente sarà assente per lasciare spazio a Miralem Pjanic. Allegri può stare tranquillo: il tecnico toscano per il match dell’Olimpico potrà riavere nuovamente il neo-acquisto bosniaco che giocherà dal primo minuto. Anche Gonzalo Higuain, dopo il gol segnato alla Fiorentina, sembra essere tornato in forma e potrebbe così partire da titolare. Il tecnico livornese pensa di affidarsi al 3-5-2 schierando Dybala e l’argentino ex Napoli sulle punte. La difesa a tre, invece, sarà occupata dal trio italiano  Bonucci, Barzagli e Chiellini.

PROBABILE FORMAZIONE:

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Chiellini, Bonucci; Dani Alves, Khedira, Pjanic, Asamoah, Evra; Dybala, Higuain.

M.S.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.