Restiamo in contatto

NOTIZIE

IL CORRIERE DELLO SPORT. «I tifosi sono di nuovo entusiasti e questa Lazio può andare lontano»

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. La rubrica ‘Secondo me’ di Furio Focolari…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. «I tifosi sono di nuovo entusiasti e questa Lazio può andare lontano»

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. La rubrica ‘Secondo me’ di Furio Focolari…

(foto Getty Images)

Quello che mi è piaciuto di più in questo ultimo mese di Lazio è stato il grande entusia­smo della tifoseria. La gente di fede biancoceleste si è riversa­ta in massa, prima ad Auronzo di Cadore e poi a Fiuggi, per in­citare vecchi e nuovi giocatori. Il tifoso, quello giusto, quello che ama la maglia senza retro­pensieri, è il valore aggiunto di questa gloriosa società, che è fra le poche a poter vantare una storia superiore ai cento anni. Centoundici per l’esattezza. In questo mese di luglio ab­biamo assistito ad un vero e proprio “cambiamento”. E’ accaduto un qualche cosa a cui non eravamo più abituati. E’ ri­scoppiato con for­za l’amore per la Lazio. Eppure fi­no a pochissimo tempo fa la squa­dra era snobbata e Lotito contesta­to fino all’esaspe­razione. La socie­tà veniva beffeg­giata sempre e comunque, a pre­scindere dai ri­sultati. I cori of­fensivi all’indiriz­zo del presidente ci sono stati an­che quando la Lazio ha raggiun­to la Champions League o quando ha vinto la Coppa Italia e la Supercoppa a Pechino. La contestazione non era evidente­mente legata ai risultati e la do­menica appariva deprimente lo spettacolo in negativo che si re­gistrava allo stadio Olimpico prima, durante e dopo la parti­ta. […] Accidenti come sono cambia­te le cose! Certo non possiamo dire di aver sentito cori a favo­re del presidente, ma comun­que non più insulti. Il tifoso del­la Lazio ha dimostrato in più di un’occasione di avere il palato fine e di sapere di calcio come pochi altri. Ed è proprio lui, quando occorre, il primo critico sui fatti che riguardano la squa­dra. Insomma al tifoso laziale non puoi proporre un brocco spacciandolo per campione. […]

Una campagna acquisti ap­provata all’unanimità, anche in rapporto all’ultima stagione che comunque aveva visto la squadra già tra le protagoniste del campionato ita­liano. Non soltan­to Klose, Cissè e Marchetti sono piaciuti, ma an­che Cana, Konko, Lulic e Stankevi­cius. E sono ( e siamo) tutti con­tenti, ma ora vor­remmo anche ve­derli giocare. Ve­derli giocare un pochino di più e soprattutto mi­schiando le carte. A parte Konko che si è fatto ma­le ad un polpac­cio, ma che co­munque dovrebbe partire tito­lare sulla fascia destra, gli altri sembrano per il momento mol­to “spaesati” e fuori dagli sche­mi della squadra. Sono convin­to che la Lazio possa fare un gran bel campionato, ma per riuscire a centrare certi obietti­vi sarà necessario mettere sul­lo stesso piano diciassette- di­ciotto giocatori. Si è ben capito quali dovrebbero essere gli un­dici di partenza, ma credo che Lulic e Stankevicius per la dife­sa, Cana e Matuzalem per il centrocampo e Rocchi e Zarate per l’attacco vadano presi in se­ria considerazione. […]

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati