MORTE CHINAGLIA. CAPELLO: "Per me era un vero amico, perdo una persona cara"

Pubblicato 
domenica, 01/04/2012
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: < 1 minuto

MORTE CHINAGLIA. CAPELLO: "Per me era un vero amico, perdo una persona cara"

L'ex compagno di nazionale commenta la scomparsa di Long John

(getty images)

 

La notizia della morte di Giorgio CHINAGLIA è arrivata come un fulmine a ciel sereno e ha sconvolto l'ambiente sportivo. In una giornata caratterizzata dalle bufale e dalle notizie simpatiche, i cosiddetti "pesci d'Aprile", si era pensato inizialmente ad una notizia priva di fondamento, ma poco dopo le 17:30 è arrivata la conferma: LONG JOHN non c.è più. A ricordarlo con maggior enfasi è Fabio CAPELLO. L'ex ct inglese è rimasto di stucco nel ricevere la notizia della morte dell'ex centravanti della Lazio e suo compagno di squadra nella nazionale italiana. Il tecnico ha parlato all'ANSA ricordando le esperienze vissute insieme all'attaccante di Carrara, ecco le sue parole:

«Giorgione mi è rimasto vicino anche dopo che abbiamo smesso di giocare, lo sentivo spesso: per me era un amico vero. Il gol di Wembley che ci diede la prima vittoria in Inghilterra? È vero, nacque da una sua fuga sulla destra, io misi la palla dentro ma a pensarci adesso non me ne frega proprio niente. Piuttosto il mio ricordo va alle telefonate che mi faceva negli ultimi tempi per intervistarmi, con me si è sempre comportato bene: perdo una persona cara».

LE PAROLE DI D'AMICO SU CHINAGLIA

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram