LAZIO-PESCARA Radu gol 01

IL CORRIERE DELLA SERA – I cori offensivi contro la Roma cantati a squarciagola sotto la Curva Nord, in occasione dell’ultimo derby, potrebbero costare cari a Stefan Radu. Come ricorda ‘Il Corriere della Sera‘ non è la prima volta, che il terzino biancoceleste si lascia andare nei festeggiamenti: già ad aprile dell’anno scorso si scatenò la polemica sul suo presunto braccio teso dopo la vittoria sul Napoli (3-1). Poi arrivarono deferimento (a giugno) e proscioglimento (a luglio). Radu sembra esserci ricascato. Le immagini sono inequivocabili. Ora potrebbe scattare un nuovo iter giudiziario: la Procura Figc, infatti, ha aperto un fascicolo sul coro lanciato da Radu ai tifosi della curva. L’episodio non era andato a referto, ma il procuratore Stefano Palazzi ieri ha osservato il video e ha deciso di approfondire. Il romeno rischia un nuovo deferimento che la Disciplinare potrebbe trasformare in una multa salata, diretta a lui e alla Lazio per responsabilità oggettiva. Intanto ieri Radu è stato squalificato per un turno dal giudice sportivo. Stesso trattamento per Biava e Lulic.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.