Il fascista non è Di Canio

Pubblicato 
martedì, 02/04/2013
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO - Ancora polemiche sulle idee politiche di Paolo Di Canio. Dopo il trasferimento dell’ex laziale sulla panchina del Sunderland e le successive dimissioni dal club dell’ex ministro laburista Miliband dal board del club inglese, sono scattate immediatamente le discussioni tra stampa e tifosi. Secondo blog.guerinsportivo.it, “il fascista non è Di Canio”. Nell’articolo del blog del Guerin Sportivo si sottolinea come Di Canio parla della sua fede politica di destra solo quando “ce lo tirano dentro per i capelli che non ha. Sul Guerino non ci sembra il caso di inerpicarci in una distinzione fra mussoliniano, quale Di Canio si definisce, e fascista, mentre invece è interessante notare come gli addetti ai lavori del calcio siano anche nel 2013 trattati da cittadini di serie B. Il più ignorante dei cantanti e il più in malafede dei giornalisti (per non parlare dei politici di professione, che all’ultimo giro sono stati rinfrescati con un’infornata di nullità) può lanciare proclami di ogni tipo, mentre il calciatore o l’allenatore devono tenere la testa bassa e parlare solo di calcio. Al massimo gli viene permesso di fare beneficenza e di esprimere un buonismo generico (chi mai è contro la pace, a parte i fabbricanti di armi e qualche super-fanatico?)”. Secondo il Guerino, Milibandha usato le opinioni politiche di Di Canio per fare il fenomeno e guadagnarsi un credito da usare in futuro per recuperare un elettorato di sinistra-sinistra che al Labour Party non ha ancora perdonato il decennio di Blair”. La conclusione è che “non si interessa di politica oppure trincerandosi dietro banalità qualunquistiche. Conclusione: fascismo è anche impedire, più o meno esplicitamente, l’espressione delle idee individuali. Impedire di farlo a Di Canio è quindi fascista”.

,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram