INZAGHI: “Sapevamo che era un anno zero: ci sarà da soffrire e da lavorare e vedremo di fare il meglio”

PRIMAVERA LAZIO – La LAZIO Primavera cade col BARI e perde l’imbattibilità casalinga che durava ormai da quasi quattro anni. Al termine del match il tecnico Simone INZAGHI ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa:

Che partita è stata e che campionato sarà rispetto all’anno scorso?
“Non sarà un campionato semplice, questa era una partita che non dovevamo perdere. Gli episodi non ci hanno dato una mano, potevamo fare il secondo gol, purtroppo non siamo stati bravi a concretizzare e nel calcio quando sbagli paghi”.

Avete subito 5 gol in 3 partite, ci sono alcunI problemi in difesa, con l’inserimento di Prce cambierà qualcosa?
“Non è una questione di uomini, Mattia e Prce ci aiuteranno, però è una questione di mentalità. Una squadra come la nostra doveva fare il secondo gol nel primo tempo e la partita sarebbe cambiata. Purtroppo non siamo riusciti, abbiam preso gol su calcio d’angolo e poi è arrivato il raddoppio”.

La sostituzione di Tounkara è stata dettata da motivi tecnici?
“Era concordata con Pioli perché doveva essere a disposizione della prima squadra e partirà per Genova”.

Un giudizio sulle prestazioni di Rossi e Collarino.
“Sono due ’97 che si stanno impegnando tanto ma devono crescere. E’ il primo anno in Primavera, non è semplice, ma avranno tutto il tempo per mettersi in mostra”.

Il Bari è a punteggio pieno, sarà un campionato più equilibrato?
“Il Bari è una buona squadra, ha un fuoriquota che fa la differenza che è Leonetti, avevamo tutte le possibilità di batterlo, non siamo inferiori al Bari anche se è a punteggio pieno. Abbiamo tutto il tempo per recuperare i punti in classifica”.

La presenza a bordo campo di due campioni della prima squadra come Klose e Onazi cosa rappresenta per i ragazzi?
“E’ una spinta, fa piacere averli qua, è motivo di stimolo vedere i campioni della prima squadra a bordo campo. Nel primo tempo eravamo in vantaggio, poi loro hanno iniziato l’allenamento e noi abbiamo perso- Dispiace per i ragazzi perché non meritavano la sconfitta, però dobbiamo crescere in fretta, soprattutto negli episodi, abbiamo preso un gol da calcio d’angolo che ha condizionato la partita”.

Una Lazio che perde in casa dopo 4 anni. Rammarico?
“Sapevamo che era un anno zero, abbiamo cambiato la squadra completamente, ci sarà da soffrire e da lavorare e vedremo di fare il meglio”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.