PRIMAVERA. PALOMBI e SILVAGNI in coro: “Il gruppo è la nostra arma in più. Obiettivi stagionali? Ci manca solo la SUPERCOPPA”

PRIMAVERA LAZIO – Sono i nuovi senatori della Primavera: Lorenzo SILVAGNI e Simone PALOMBI avranno il compito di portare al successo la nuova truppa di Simone INZAGHI. Un primo passo lo hanno compiuto quest’oggi risultando tra i protagonisti nella larga vittoria sul VICENZA (CLICCA QUI PER RIVIVERE IL MATCH): doppietta per l’attaccante e gol dagli sviluppi di un corner per il jolly difensivo. Ecco le loro parole ai microfoni della radio ufficiale al termine del match: 

PALOMBI A LAZIO STYLE RADIO

“Il gol?E’ stato bello, era tanto che non segnavo in rovesciata e sono molto contento. Oggi ha funzionato tutto, siamo entrati con più grinta rispetto alla gara col Napoli. Anche il mister ce l’ha detto. L’affiatamento con Tounkara? Ci conosciamo e conosciamo le nostre caratteristiche. Ci mettiamo a disposizione della squadra e cerchiamo di buttare dentro tutte le occasioni che ci capitano. Il nostro gioco è prevalentemente sulle fasce che rappresentano la nostra arma migliore. Gli stranieri? Abbiamo cercato subito di dargli una mano e si stanno integrando bene. Speriamo sia veloce questa fase perché ci daranno una grande mano. Il 4-3-3? Fin dagli Allievi ho giocato in questo ruolo. L’anno scorso giocavo più prima punto, quest’anno più sull’esterno destro ma non cambia tanto: l’importante è giocare. L’obiettivo stagionale è quello di migliorarmi: l’anno scorso ho segnato 11 gol, ne voglio fare di più. E soprattutto vincere la Supercoppa. Il Bari lo conosciamo: è molto organizzata sia in difesa che in attacco. Verranno qui per fare la partita, ma noi saremo più cattivi di loro e determinati a centrare la vittoria. Ricostruire un gruppo forte come quello precedente? Già in ritiro si è creata la giusta amalgama: siamo un buon gruppo e i primi tifosi sono i ragazzi che stanno in panchina, come tutti gli anni” .

SILVAGNI A LAZIO STYLE RADIO

“Grande voglia di riscatto? Sì, anche perché a Napoli abbiamo preso gol subito e ci ha spezzato le gambe. Abbiamo sfruttato bene le occasioni che abbiamo avuto ed abbiamo fatto bene. Così deve fare una squadra, bisogna essere cinici soprattutto quando si affrontano le big. Quest’oggi si è vista un pò di differenza di preparazione, ma c’era differenza tecnica tra noi e loro. E’ strana la difesa di quest’anno, però siamo tutti giocatori adatti per quei ruoli. D’Ovidio è più basso di me, e ce ne vuole (ride, ndr), ma ha una grande esplosività e sulle palle aree è molto bravo. Anche . Cosa cambia tra centrocampo e difesa? Che a metà poteva anche temporeggiare con la palla in mezzo ai piedi, mentre in difesa ho l’attaccante che mi pressa subito e rischio maggiormente. Comunque è un ruolo che ho già ricoperto con gli Allievi ed il mister sa bene che può contare su di me: io gioco ovunque. Obiettivi stagionali? Ho vinto tutto tranne la Supercoppa. Le difficoltà che ci aspetteranno? Il campo soprattutto, che ci hanno detto essere un aeroporto, poi gli avversari che sono molto ostici. Le squadre da temere quest’anno sono un po’ tutte: dalla Roma al Napoli, fino al Palermo. Ma tutte nascondono insidie, dobbiamo stare attenti sempre. In casa l’obiettivo è prima vincere, poi viene tutto il resto. Il Bari è una squadra che ci ha sempre creato difficoltà. Pasqualoni? Gli siamo vicini. Lo abbiamo visto in lacrime e finché non tornerà tutte le vittorie saranno per lui, a partire da oggi. Il gruppo è sempre stata la forza della Primavera e anche quest’anno vogliamo ripeterci. Senza il gruppo ormai nel calcio non si va avanti”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.