Parma-Lazio, la ‘Top11’ dei doppi ex sarebbe da scudetto. Una rosa stellare alla corte di Zeman

Pubblicato 10/10

PARMA LAZIO DOPPI EX – Lazio e Parma sono due società che in sede di calciomercato hanno lavorato spesso insieme e sempre con ottimi risultati. Se nell’ultima sessione è stato Mattia Sprocati a far proseguire questa consolidata tradizione, sono tanti i doppi ex a vantare un passato glorioso con entrambe le maglie. I primi anni 2000 sono emblematici in tal senso ma molti campioni hanno vestito entrambi i colori anche in epoche diverse: di seguito ve li proponiamo in un rapido riassunto, stilando poi una suggestiva ‘Top 11’.

PORTIERI – In porta vi sarebbe subito un acceso ballottaggio tra Nando Orsi e Marco Ballotta. Il primo, dopo due stagioni a Parma, passò alla Lazio nel 1982, dove collezionò ben 125 presenze in dodici anni. “Nonno” Ballotta, invece, storico portiere biancoceleste, vestì anche la casacca crociata tra il 1991 ed il 1994.

DIFENSORI – Sono invece 5 i difensori con un doppio passato in entrambe le società. I più blasonati sono Fernando Couto e Nestor Sensini, con Sebastiano Siviglia degno rivale per un’ipotetica maglia da titolare. Il portoghese giocò con la Lazio dal 1998 al 2005 per poi chiudere la carriera al Parma: 145 le presenze in biancoceleste, 63 in gialloblu. L’argentino Sensini, invece, fu acquistato dai capitolini nel 1999 dopo sei stagioni in Emilia. Dopo aver vinto lo scudetto, il difensore tornò al Parma, dove giocò per altri due anni prima di chiudere la carriera nell’Udinese. Sulle fasce, infine, ecco spuntare Anthony Seric ed Andrea Giallombardo. Curiosità: il croato giocò lo stesso numero di partite sia con la Lazio che con il Parma (17).

CENTROCAMPISTI – Ma ora è il momento di mettersi comodi perché a centrocampo il talento dei doppi ex potrebbe far competere la nostra ipotetica squadra per lo Scudetto e forse anche per la Champions! In mediana nomi quali Dino Baggio, Matuzalem ed Ousmane Dabo dovrebbero accomodarsi in panchina per lasciar posto a Juan Sebastian Veron, Matias Almeyda e Diego Fuser. E, qualora non fosse sufficiente, basta spostarsi sulle fasce. Se Fabio Vignaroli non dovesse riscuotere il favore di molti, ecco accontentare il palato di tutti Stefano Fiore, Sergio Conceicao e Antonio Candreva. Prima di approdare al Cesena (e poi alla Lazio), infatti, l’attuale giocatore dell’Inter giocò per un anno con i crociati, segnando 3 gol in 33 presenze.

ATTACCANTI – Infine in attacco ecco prendere vita una vera e propria fiera del gol. Il giocatore principale è sicuramente Hernan Crespo. L’argentino ha giocato a Parma sia tra il 1996 e il 2000 che a fine carriera (2010-12) collezionando in totale 200 presenze e 94 reti. Con la Lazio, invece, riuscì a conquistare la classifica cannonieri. Chi scegliere come partner offensivo? Vi è solo l’imbarazzo della scelta. Per un reparto “di peso” ecco pronti Marco Di Vaio e Bernardo Corradi, mentre se si preferisse un trequartista dai piedi buoni si potrebbe optare per Enrico Chiesa o Luis Jimenez.

LA ‘TOP 11’ DI PARMA-LAZIO (3-5-2): Orsi; Couto, Sensini, Siviglia; Conceicao, Fuser, Veron, Almeyda, Chiesa; Crespo, Corradi. A disp: Ballotta, Seric, Giallombardo, D. Baggio, Matuzalem, Dabo, Candreva, Fiore, Vignaroli, Luis Jimenez, Di Vaio. All: Zeman.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.