Muriqi – Bruges, che mistero: la questione è medica o economica?

Pubblicato 
sabato, 09/07/2022
Di
Daniele Izzo
Tempo di lettura: 2 minuti

MURIQI BRUGES ULTIME NEWS – L’avventura in biancoceleste di Vedat Muriqi è ai titoli di coda. O forse no. Se nell’industria cinematografica la scena post-credits, nota anche come stinger, è impiegata spesso con scopo comico per regalare alla devozione di chi rimane oltre i titoli di coda un qualcosa di divertente, in questa situazione, al contrario, c’è ben poco da sorridere. Il perché il Club Brugge si sarebbe estromesso di colpo dall’affare Muriqi rimane avvolto nel mistero. Alcuni dicono per una questione meramente medica; altri economica. L’unica certezza? Un affare in via di conclusione, che avrebbe potuto portare nelle casse della Lazio una cifra superiore ai dieci milioni di euro, pronto a sfumare proprio sul più bello.

Calciomercato Lazio, le ultime news su Muriqi al Bruges

La prima versione, subito dopo le visite mediche sostenute dall’attaccante kosovaro, è arrivata dal Belgio. Dietro lo stop improvviso alla trattativa ci sarebbero alcune problematiche muscolari. Noie e fastidi che, secondo quanto riportato da Calciomercato.com, potrebbero tenere il giocatore lontano dal campo per addirittura due mesi, costringendolo di fatto a saltare la preparazione. Semplice? Macché. La situazione si è infittita quando dal Kosovo è giunta la seconda versione: nessun problema riscontrato nelle visite mediche, piuttosto un semplice ripensamento in merito alla cifra che il Bruges avrebbe dovuto sborsare alla Lazio per ottenere Muriqi. "Il Bruges ha cercato di abbassare il prezzo di Muriqi – ha scritto Arlind Salku, giornalista molto vicino all’attaccante, su Twitter - Questa è la vera ragione. I test medici erano a posto, ma il Bruges stava cercando di trovare un motivo per abbassare il prezzo. Solo per ricordare che il calciatore ha giocato 6 mesi a Maiorca senza alcun problema fisico. Il mese scorso ha giocato tutte le partite con il Kosovo".

Il futuro di Muriqi

Non rimane che attendere, dunque. Quale che sia la motivazione dietro l’improvviso dietrofront del Bruges, le prossime ore saranno decisive per capire se effettivamente il film è realmente finito. Oppure se, incollati alle poltrone del cinema, i tifosi biancocelesti assisteranno a una scena post-credits dal sapore quasi beffardo.

Daniele Izzo

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram