Marcolin: "Correa va tenuto, Immobile con Sarri può ritenersi fortunato"

Pubblicato 
martedì, 10/08/2021
Di
Redazione Lazionews.eu
lazionews-lazio-marcolin-dario
Tempo di lettura: 2 minuti

MARCOLIN LAZIO - A poche settimane dall'inizio del campionato Dario Marcolin si espone sulla prossima Serie A ai microfoni di Tuttomercatoweb. L'ex centrocampista della Lazio si è soffermato in particolare sulla Lazio di Maurizio Sarri e su quali giocatori potrebbero fare la differenza per i capitolini.

Su Sarri e il nuovo modulo

"C'è grande curiosità. Sta cambiando radicalmente il sistema della Lazio. Dal 352 al 433 con esterni offensivi, difesa alta che farà il fuorigioco e un possesso palla manovrato per cercare di servire Immobile. Nelle scorse esperienze di Sarri, gli attaccanti sono quelli che hanno fatto la differenza. Ha avuto Higuain, Ronaldo, si è inventato Mertens. Per Ciro avere un allenatore come Sarri è una fortuna perché sarà una squadra che costruisce per lui. I giocatori sono veloci. Tu gli dici una cosa sul campo e loro l'hanno già fatta. Quest'anno ad Auronzo è stato come il primo giorno di scuola. Con il Twente ho visto una squadra che ha giocato a due tocchi, corta e con la difesa alta".

Su Immobile, Leiva e Lazzari

"È da 433. A Pescara con Zeman ne ha dato la dimostrazione. Ad esempio anche Acerbi ha sempre giocato a 3 con Inzaghi ma in Nazionale ha giocato bene anche a 4. Per Ciro cambieranno dei movimenti, farà reparto da solo ma più lavora con il mister più troverà gli spazi giusti. Si prospetta una stagione con tantissimi gol . Per Lazzari sarà più complicato per lui come abitudine. Ha sempre fatto il quinto. Quest'anno la Lazio sarà una squadra corta e lui avrà meno campo da coprire. Non farà più rientri difensivi di 40 metri ma di 20. Sarà un gioco dispendioso ma relativamente. Deve migliorare la fase difensiva nell'uno contro uno. Deve pensare un po' più da difensore e meno da attaccante. Il lavoro di Sarri verrà fuori. Anche per Lucas Leiva i il campo si accorcia. Ha grande intelligenza per giocare in quel ruolo. Giocherà a due tocchi, sarà la banca della squadra. Dovrà toccare mille palloni e sbagliarne pochissimi. Sarà l'uomo che dovrà far girare tutta la squadra".

Sulla prossima Serie A

"La Juve con Allegri ha una garanzia, sia per la rosa che per il mister. È la mia favorita. La Lazio la colloco nelle prime quattro. Il campionato ha preso un grande valore e gli allenatori italiani sono sempre i migliori. La sorpresa nella Lazio può esserci e se rimane dico che sarà Correa. Cambierà ruolo, giocherà alla Insigne. Convergendo sul destro può fare molto bene. Mi auguro che non vada via".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram