INTERVISTA, Parolo: “Voglio giocare ancora per molti anni. Vogliamo la finale di Europa League” (VIDEO)

INTERVISTA PAROLO LAZIO MARSIGLIA – Al termine della gara vinta contro il Marsiglia, che è valsa la qualificazione, Marco Parolo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport e in mixed zone.

QUALIFICAZIONE – “Siamo contenti di aver ottenuto questa qualificazione. Adesso c’è la partita con il Francoforte,dobbiamo cercare di arrivarci per poterci giocare il primo posto non sarà facile, ma questa squadra secondo me ce la può fare. L’importante era qualificarci, ora bisogna concentrarci sul campionato, domenica c’è la partita importante contro il Sassuolo, dobbiamo fare punti perché il campionato non aspetta”.

MOMENTO – “Questa squadra sta facendo un percorso, ha nel Dna in questo momento un certo standard, passare il turno di Europa League, e il quarto posto in campionato, ci manca l’ultimo step ma le cose non arrivano dall’oggi al domani, ci vuole tempo e pazienza, ma avere una base già alta è importante”.

LAZIO – “Siamo quello che eravamo l’anno scorso. La scorsa stagione mi sono arrabbiato per non essere passati, perché a Salisburgo tutti ci hanno criticato, ma sono stati 10 minuti folli, la partita è stata interpretata bene, poi ci sono stati degli episodi strani che ci hanno condizionato. Questa squadra ha il potenziale per arrivare in fondo, la competizione è bella e stimolante, dobbiamo dare tutto noi stessi per arrivare più avanti possibile. La squadra ha risposto bene, dobbiamo andare avanti e chiudere questo miniciclo con il Sassuolo , in un campo difficile ed una squadra che gioca molto bene a pallone. La lazio in questo momento è quella dell’anno scorso, se è più forte non lo so, lo vedremo a fine stagione.”.

GOL – “Non è che non ho mai fatto gol in carriera era sbagliato quando non li facevo”.

NUOVI – “Sono molto contento per i nuovi, lavorano bene in settimana, si meritano lo spazio. Ben vengano questi giocatori che ci danno una mano e ci alzano il livello”.

CONDIZIONE – “Cerchi sempre di farti trovare pronto e curare ogni minimo aspetto. Maturando gestisci meglio il recupero e l’ansia, sei più tranquillo e ti godi tutto meglio. I ciclisti corrono fino a 34 anni, perché i calciatori non possono? Io anche voglio farlo”.

FINALE – “L’anno scorso a Salisburgo 10 minuti folli ci hanno allontanato dalla finale. Quest’anno vogliamo raggiungerla, possiamo farlo, abbiamo una rosa forte. Dobbiamo cercare di andare più avanti possibile. Teniamo molto a questo trofeo”.

LA GARA – “La partita oggi è stata interpretata bene. Loro volevano vincere a tutti i costi ma noi abbiamo giocato bene”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.