LA MOVIOLA. Mazzoleni gestisce con autorità una partita nervosa. Giusto il rigore per la Lazio

CROTONE LAZIO MOVIOLA – Dopo l’incredibile impresa del Sassuolo, vittorioso nell’anticipo della 37esima giornata di Serie A a ‘San Siro’ contro l’Inter, la Lazio ha la possibilità di conquistare a Crotone l’aritmetica qualificazione alla prossima Champions League. Una partita da vincere per tutte e due le squadre: i rossoblu, infatti, sono solo a +1 dal terzultimo posto e per evitare brutte sorprese devono fare risultato allo ‘Scida’. A dirigere questa delicatissima sfida è stato designato uno degli arbitri più esperti, ovvero Mazzoleni della sezione di Bergamo: al VAR Luca Banti. Il primo tempo conferma le aspettative: partita combattuta, nervi tesi ma il fischietto lombardo mantiene la lucidità e nei momenti chiave prende sempre la scelta giusta, ben coadiuvato dalla tecnologia. Nella ripresa la Lazio chiede un paio di rigori ma entrambi non vengono concessi: le decisioni sono tutte corrette. Nel finale tanto nervosismo che Mazzoleni gestisce senza mostrare cartellini.

PRIMO TEMPO 

12′ MANO MILINKOVIC – La prima occasione del match porta la firma di Milinkovic: il serbo conclude splendidamente dal limite ma la palla esce di pochissimo. Il numero 21 aveva però controllato con un braccio prima di tirare, senza che l’arbitro segnalasse nulla.

14′ RIGORE LULIC – Solita azione del capitano biancoceleste che vince un contrasto con Sampirisi (spalla a spalla, non c’è nessun fallo), entra in area e Ceccherini gli rifila un pestone: calcio di rigore netto. Ottima non chiamata (e poi chiamata) di Mazzoleni, ben coadiuvato dal VAR che conferma quanto visto dal direttore di gara.

20′ AMMONIZIONE RADU – Bello spunto di Faraoni sulla destra che salta Radu il quale da dietro sgambetta il proprio avversario: cartellino giallo da regolamento.

22′ AMMONIZIONE MURGIA – Seconda sanzione ravvicinata per i biancocelesti: Rohden subisce fallo da Murgia che lo spinge da dietro. Intervento non cattivo ma il numero 96 si è completamente disinteressato del pallone, andando dritto sull’uomo: giusto il giallo.

29′ GOL SIMY – Il Crotone pareggia grazie a Simy che anticipa Radu e di testa insacca: sull’assist di Martella l’attaccante sembra in linea con l’ultimo difensore biancoceleste. Il VAR verifica la posizione e convalida giustamente la rete.

35′ AMMONIZIONE NALINI – Primo giallo per i padroni di casa, a riceverlo è Nalini: Basta si libera del pallone, poi il 9 rossoblu gli prende il piede in scivolata, intervenendo in ritardo. Sanzione che conferma il metro adottato dal direttore di gara in questo primo tempo.

45′ – 2 minuti di recupero.

SECONDO TEMPO

24′ – AMMONIZIONE NANI – Riparte il Crotone in contropiede, più precisamente con Mandragora che accelera palla al piede, Nani lo trattiene: fallo tattico e giallo corretto.

33′ – MANO CAPUANO – Patric chiede a gran voce un rigore per un presunto fallo di mano su un suo cross: in realtà la palla sbatte sulle gambe di Capuano e non sul braccio. Non c’è nulla, bravo Mazzoleni a lasciar proseguire.

39′ – GOL MILINKOVIC – Sergej Milinkovic realizza il gol del pareggio in linea con l’ultimo difensore del Crotone: sull’assist di De Vrij, infatti, il numero 21 è in posizione regolare. Bravo il guardalinee a tenere bassa la bandierina, non c’è neanche bisogno del VAR.

45′ – 4 minuti di recupero.

Marco Barbaliscia

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.