Lazio nelle scuole, Acerbi sulla Coppa Italia: “Novara? Non bisogna sottovalutarlo”

LAZIO NELLE SCUOLE ACERBI – A margine dell’evento “La Lazio nelle scuole”, Francesco Acerbi è intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti: “Sono onorato di essere qui alla Lazio e di essere anche qui in questa scuola. Faccio gli auguri al club e spero che gli obiettivi che ci siamo prefissati vengano raggiunti. Come ho trovato la squadra? Molto bene, adesso abbiamo questa partita contro il Novara e ci stiamo preparando al meglio. Queste sono gare fondamentali e che non devono essere sottovalutate, perché in quel caso si rischiano brutte figure. Poi con molta serenità penseremo a preparare la partita contro il Napoli. Come accoglierei un potenziale rinforzo? Benissimo, perché se venisse qui con la testa e la voglia giusta potrebbe essere solamente un bene per la squadra”. 

TORNO – “Se siamo ancora arrabbiati? No, tutti sbagliano. Diciamo che tutto passa. Abbiamo pareggiato, ma guardiamo sempre avanti”. 

COPPA ITALIA – “Voglio esserci in campo anche contro il Novara. Mi metto sempre a disposizione del mister. Io voglio sempre giocare”.

LUIZ FELIPE – “Lo reputo un ottimo difensore. Ovviamente deve crescere. Adesso è molto adrenalinico, ha un buon fisico. Deve migliorare, ma sta crescendo come sta crescendo la squadra. E questo credo sia lo spirito giusto per il nuovo anno. Spero che la squadra continui a mantenere lo stesso atteggiamento delle ultime tre partite”. 

RAZZISMO – “I cori razzisti sono veramente fastidiosi. C’è bisogno di qualcosa di drastico, perché su 70mila persone ci sono sempre quegli ignoranti che fanno ‘bu’. Quindi è difficile anche fermarli. Credo che non si possano fermare tutte le partite ogni volta che senti un centinaio di ignoranti fare i cori razzisti. Bisogna fare qualcosa di diverso. Ovviamente mi dispiace che sia capitato ancora e mi dispiace per Koulibaly. E’ un giocatore talmente forte, l’avranno voluto intimidire”. 

LA SUA AVVENTURA ALLA LAZIO – “So come sono fatto e la voglia e la passione che ci metto, quindi ero sicuro che avrei dato il mio controbuto. I miei compagni e lo staff che ho incontrato mi hanno permesso di dare anche qualcosa in più. In ogni caso, però, devi metterci del tuo. Mi son trovato bene subito con tutti”.



Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.