PETKOVIC: “Vittoria importante, pronti per il Milan”. BERGODI: “Sentire quei cori per me mi ha emozionato. Due gran gol della Lazio”

LAZIO-PESCARA Striscione Nord 2

IL MESSAGGERO – RASSEGNA STAMPA – Una vittoria attesa e meritata, che rilancia la Lazio e restituisce serenità anche a Petkovic. “La squadra ha conquistato tre punti importanti, che servivano per ripartire in campionato, ora deve dare continuità ai risultati perché ogni errore potrebbe risultare fatale. La partita è stata giocata bene, soprattutto non abbiamo corso rischi gestendo bene la ripresa quando il Pescara poteva avere una reazione. Sono soddisfatto che abbiano deciso la partita Radu e Lulic, due ragazzi che fanno pochi gol. Questa nuova situazione ci conferisce una maggiore imprevedibilità per il futuro, in quanto rappresenteranno altre risorse da sfruttare. Prima della gara avevo chiesto di tirare da fuori area e i risultati sono stati molto positivi. Bisogna credere maggiormente in noi stessi, migliorare in ogni reparto perché, soltanto in questo modo, potremo lottare per gli obiettivi importanti”. L’unica nota stonata della serata è il serio infortunio di Konko. “Purtroppo ci mancherà per qualche settimana e Mauri non è ancora pronto per allenarsi a tempo pieno”. Vista la difficile situazione, il tecnico pensa anche al reintegro di Cavanda. “Intanto mi auguro di riavere presto Konko, quanto a Cavanda non escludo questa eventualità perché è un calciatore della rosa”. Petkovic inquadra subito la grande sfida con il Milan, che si giocherà sabato prossimo a San Siro. “Questo risultato, oltre a rafforzare il nostro terzo posto, ci consentirà di affrontare la trasferta contro i rossoneri con un altro spirito. I ragazzi meritavano un momento così”. Cristiano Bergodi è stato accolto con cori e uno striscione dai suoi ex tifosi laziali, che lo hanno a lungo acclamato. “Con la Lazio ho vissuto tanti momenti belli e mi porto dentro ricordi importanti. Sentire quei cori mi ha emozionato però, adesso, devo cercare di salvare il Pescara“. Purtroppo, però, la squadra adriatica, ha mostrato gravi limiti soprattutto in fase offensiva e, dopo i gol, è apparsa rassegnata. “Sono contento della prova complessiva perché, rispetto alle ultime partite, i ragazzi hanno mostrato importanti progressi. Abbiamo cominciato molto bene la gara ma, dopo i due gran gol della Lazio, non abbiamo avuto la forza per rientrare in partita. Il Pescara si muove e gioca bene, almeno fino alla trequarti però, negli ultimi venticinque metri, è carente e non costruisce azioni pericolose. Sotto questo aspetto dovremo assolutamente fare qualcosa di più per conquistare qualche punto. Nonostante la sconfitta credo ancora nella salvezza, perché ci sono ancora tanti scontri diretti. Così come credo che la Lazio è una formazione in grado di lottare fino all’ultimo per il terzo posto. La Champions si deciderà sul filo di lana”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.