Caso RADU, la FIGC apre un'inchiesta

Pubblicato 
martedì, 10/04/2012
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: < 1 minuto

Caso RADU, la FIGC apre un'inchiesta

Nonostante il comunicato ufficiale della Lazio, e le difese del tecnico Edy Reja, il romeno finisce all'interno di un'indagine...

(getty images)

La procura della Federcalcio ha aperto un’indagine in merito a Radu e al saluto a braccio teso verso la Nord, sabato scorso dopo la vittoria contro il Napoli. La Lazio lo ha sin da subito difeso con un comunicato ufficiale, definendo l’episodio«volgare mistificazione, un’offesa ai tifosi e al valore morale della giornata». Anche Edy Reja ieri ha chiarito l'episodio, allontanando il difensore rumeno da ogni apologia di fascismo, un pensiero che - per età e per origini - non gli appartiene: «Stefan non sa neanche cosa significhi quel gesto». Ma, come si legge nell'edizione odierna del Corriere della Sera, il procuratore federale Stefano Palazzi ha già pronto un fascicolo sull’episodio e nei prossimi giorni, a seguito dell’analisi di foto e video, da via Po potrebbe partire il deferimento di Radu: probabile una multa salata, come avvenne per Di Canio nel 2005. Per quanto riguarda poi il reato di 'apologia del fascismo', sarà la Digos a dover visionare foto e video e poi lasciare alla magistratura ordinaria il compito di stabilire se Radu abbia commesso o meno il reato.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram