Restiamo in contatto

AVVERSARIA

FOCUS | Marsiglia, talento e solidità alla corte di Sampaoli

Pubblicato

il

lazionews-lazio-marsiglia-rennes-ligue-1
Tempo di lettura: 2 minuti

FOCUS AVVERSARIA MARSIGLIA – Dopo un tour de force in campionato, la Lazio torna a giocare in Europa. Giovedì sera va in scena il ritorno della partita di Europa League contro l’Olympique Marsiglia. L’OM arriva a questa partita da quarta in classifica nel campionato francese e da terza nella propria competizione europea. I biancazzurri vengono da tre pareggi: due in Ligue 1 (contro Nizza e PSG) e uno proprio contro i biancocelesti. Andiamo a conoscere “I Focesi” della Francia del sud.

Un Marsiglia “italiano”

Analizzando la rosa di grande talento di Jorge Sampaoli, notiamo ovviamente molti giocatori che hanno avuto un passato in Italia, anche se non é presente nessun ex-Lazio. Questi infatti sono: Pau Lopez (ex-Roma), che giocò una grande partita d’andata, Gerson (ex-Roma e Fiorentina), Cengiz Under (ex-Roma) che all’Olimpico é andato più volte vicino al goal, Arkadiusz Milik (ex-Napoli) che giocò anche con Pepe Reina, e Pol Lirola (ex-Sassuolo e Fiorentina) che é stato anche compagno di Francesco Acerbi.

Lo stile di gioco

I francesi si sono presentati all’andata con un 4-2-3-1 molto votato all’attacco. Infatti la squadra di Jorge Sampaoli può vantare di grande esperienza lì davanti, mista comunque alla freschezza dei giovani che accompagnano le sortite offensive. Sicuramente il più pericoloso é Dimitri Payet. Il funambolo francese dopo svariati anni in giro per l’Europa ha finalmente trovato la sua dimensione: é il cervello dell’OM. Intraprendenza e carisma dalla difesa in su: Duje Caleta-Car (ex-Salisburgo che sconfisse la Lazio nell’Europa League del 2018) e William Saliba (ex-Arsenal e Saint-Etienne, un giocatore che si sta ritrovando a pieno con Jorge Sampaoli) governano la difesa; Boubacar Kamara, ricercato dal Milan e proprio dalla Lazio, insieme all’ex-Arsenal Matteo Guendouzi formano un centrocampo di fisicità e qualità; a supporto di Arkadiusz Milik, che in Italia conosciamo bene, l’estro di Cengiz Under e la corsa di Pol Lirola. Da tenere d’occhio anche Gerson, Amine Harit e Konrad de la Fuente. Tutti e tre offrono tanta classe e molta gamba.

Olympique Marsiglia, corsi e ricorsi storici

Non é ovviamente la prima volta che si affrontano queste due formazioni. Infatti tralasciando il match di andata dell’Olimpico, entrambe le squadre si affrontarono già sia nel 2018, sempre ai gironi di Europa League (2 vittorie su 2 della Lazio), che nella Coppa Intertoto del 2005 (1 vittoria per il Marsiglia e 1 pareggio). Da sottolineare anche però i 2 incontri negli anni 1999-2000 in Champions League. I biancocelesti in quelle occasioni arrivarono a portare a casa il risultato in entrambe le sfide. Una di queste finí 5-1 con i 4 goal di Simone Inzaghi che stabilí il record di unico italiano ad aver segnato 4 reti in una partita della massima competizione europea.

Statistiche particolari sull’OM

Statistiche alla mano, vediamo come il Marsiglia ha vinto cinque delle dieci partite casalinghe nelle competizioni UEFA contro squadre italiane. Per i restanti match abbiamo 1 pareggio e 4 sconfitte con tre di queste arrivate nelle ultime quattro sfide. Infatti Milan e Napoli hanno entrambe vinto contro i francesi allo Stade Velodrome in Champions League, prima di incontrare la Lazio nel 2018. In più se consideriamo le gare giocate dal 2017/18, quando l’OM ha vinto otto delle nove partite giocate in casa, pareggiando l’altra, i francesi hanno perso cinque dei sette incontri casalinghi europei (1 vittoria e 1 pareggio per le rimanenti). 

Andrea Castellano

Pubblicato il 31/10/2021

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *