lazionews-lazio-zenit-san-pietroburgo
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

CHAMPIONS LEAGUE ZENIT – La Lazio è tornata in Champions League dopo un’assenza lunga 13 anni. La squadra di Inzaghi si è posizionata in terza fascia insieme ad Atalanta e Inter. Durante il sorteggio che si è svolto oggi a Ginevra, i biancocelesti sono stati disegnati nel gruppo F insieme a Zenit, Borussia Dortmund e Club Brugge. I capitolini possono essere in parte soddisfatti per il girone, nonostante le gare si prospettino equilibrate ed aperte a qualsiasi risultato.

Lo Zenit di Semak

Lo Zenit è una delle squadre più prestigiose della Russia. Campioni in carica nella stagione 2019-2020, la squadra di San Pietroburgo vanta un Palmarès di tutto rispetto. Sono 7 i campionati che i russi hanno conquistato nell’arco della loro storia. A livello internazionale, invece, lo Zenit conta una vittoria nella ex Coppa Uefa nella stagione 2007-2008. Al momento in Russia sono 9 le partite disputate e i biancoblù si trovano in prima posizione, a pari punti con lo Spartak Mosca, con 6 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta. Nella scorsa edizione della massima competizione europea, la squadra di Semak si è classificata quarta nel girone, totalizzando solamente 7 punti in 6 partite, tanti quanti il Benfica, che è arrivata terza grazie agli scontri diretti. Insieme a loro c’erano Lipsia e Lione, arrivate rispettivamente prima e seconda nel girone B.

I talenti in casa Zenit

Sono diversi i giocatori da tenere d’occhio nello Zenit. Uno di questi è un’ex fiamma della Lazio: Sardar Azmoun, corteggiato per diverso tempo dai biancocelesti. L’iraniano è attualmente una delle punte di diamante della squadra russa, per il quale Lotito fece più offerte, senza mai concretizzare il passaggio in biancoceleste. Tra i giocatori più esperti, invece, troviamo Artëm Dzjuba, attaccante 32enne, che veste la maglia dello Zenit dal 2015, fatta eccezione per i 6 mesi trascorsi all’Arsenal Tula nel 2018. In difesa c’è da tenere in considerazione il nome di Lovern, ex Liverpool, che garantisce esperienza e affidabilità alla squadra di Semak. La squadra russa può esser definita un mix di giocatori esperti e nuove scommesse in grado di regalare spettacolo in un palcoscenico piuttosto freddo.

Giorgia Civita

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Aspirante giornalista pubblicista. Sono laureata in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso “La Sapienza”. Da sempre innamorata dello sport, sono una grande appassionata di calcio e tennis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.