lazionews-lazio-ciro-immobile-serie-a-esultanza
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

IMMOBILE SCARPA D’ORO – Ciro Immobile in questa stagione ha portato a casa dei numeri strabilianti, che hanno trascinato la Lazio nuovamente in Champions League e che hanno consentito al bomber di raggiungere record stratosferici. Il numero 17 biancoceleste, a poche ore dal match contro il Napoli, ha già conquistato il titolo di capocannoniere in Serie A e la Scarpa d’Oro. La mancata convocazione di Cristiano Ronaldo per il match contro la Roma, regala al numero 17 una doppia soddisfazione. L’attaccante al momento ha realizzato 35 gol in 37 partite, ma non solo. Infatti, se ai gol realizzati sommiamo anche gli assist fatti, la quota tocca 44. Sono 9 i palloni forniti dall’attaccante partenopeo ai compagni, che hanno infilato le difese avversarie.

I numeri di Immobile in stagione

Immobile è diventato, per la seconda volta con la maglia della Lazio, il capocannoniere della Serie A. In questa stagione Ciro ha siglato le reti contro tutte le avversarie del campionato esclusa la Roma, contro cui ha confezionato uno dei 9 assist stagionali nella gara di andata (1-1). In campionato il bomber partenopeo vanta due triplette (contro Sampdoria ed Hellas Verona) e otto doppiette. Inoltre, Ciro ha realizzato 14 rigori in stagione diventando il giocatore che ne realizzati il maggior numero in un solo campionato. Ancora, l’attaccante di Torre Annunziata ha raggiunto il record di Zlatan Ibrahimovic (2011-2012) realizzando ben 16 gol in trasferta in un solo campionato. Concludendo con una statistica negativa, il laziale ha raggiunto quota 15 legni in stagione, superando Lionel Messi a quota 14.

La Scarpa d’Oro

Ciruzzo non si aggiudica soltanto il titolo di capocannoniere in Serie A, ma conquista la Scarpa d’oro, il trofeo individuale più importante dopo il Pallone d’Oro. Immobile è riuscito a riportare il titolo in Italia dopo 13 anni, quando a vincerlo fu Francesco Totti. Coincidenza vuole che proprio dopo 13 anni, la Lazio si qualifica nuovamente alla massima competizione europea e gran parte del merito va proprio al numero 17. Il laziale è il terzo italiano a vincerla dopo Luca Toni (2005-06) e l’ex capitano giallorosso (2006-07). Infatti, nelle ultime tredici edizioni, il trofeo era sempre stato vinto da Messi (6 volte) o Cristiano Ronaldo (4 volte). Solamente Diego Forlan (2008-09) e Luis Suarez (2013-14, 2015-16) riuscirono ad interrompere questo dominio alternato.

I numeri di Ciro in biancoceleste

Con i suoi 38 gol stagionali, realizzati tra campionato e coppe, Ciro si è portato a quota 124 reti in maglia biancoceleste in soli 4 anni. Con i suoi numeri ha superato Giorgio Chinaglia e Bruno Giordano, conquistando la terza posizione tra i migliori bomber biancocelesti. Al primo posto c’è Silvio Piola (159) e, a sole 3 distanze da Ciro, c’è Beppe Signori (127). Inoltre, Immobile ha agganciato Chinaglia con i 35 penalty realizzati, ma il primo di questa speciale classifica resta sempre Beppe Signori, fermo a 38. Sicuramente l’attaccante partenopeo ha le carte in regola per continuare a fare bene con la maglia biancoceleste. All’età di 30 anni può ancora permettersi di battere altri record e chissà, magari anche raggiungere Silvio Piola, diventando il giocatore più prolifico nella storia della Lazio. Quel che è certo è che la società proverà a far di tutto per rinnovare il contratto al proprio bomber, innamorato della città e dei suoi tifosi.

Giorgia Civita

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.