Romagnoli: "Ci dispiace, abbiamo buttato la partita. Ci manca cattiveria..."

Pubblicato 
domenica, 08/01/2023
Di
Andrea Castellano
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO EMPOLI ROMAGNOLI INTERVISTA - Nel post partita di Lazio - Empoli è intervenuto Alessio Romagnoli ai microfoni ufficiali biancocelesti, a quelli di DAZN e in zona mista.

Lazio - Empoli, le parole di Romagnoli

"È difficile spiegare, abbiamo dominato per 80 minuti. Abbiamo preso due gol stupidi, ci dispiace, sono partite che dobbiamo portare a casa. Dispiace perché abbiamo buttato via la partita".

La situazione sul piano fisico e mentale

"Fisicamente stiamo benissimo, si è visto come abbiamo giocato. Mentalmente è un periodo difficile, subiamo un po' troppo. A Lecce abbiamo fatto un solo tempo buono, oggi ci siamo mangiati tutto ciò che avevamo fatto".

Sulla partita

"Io credo che abbiamo lavorato tutti benissimo. A noi difensori ci rode abbastanza quando prendiamo un gol, ora dobbiamo migliorare. Dobbiamo stare zitti e migliorare".

Sul futuro

"Non credo che bisogna trovare un episodio. Dobbiamo continuare a lavorare e a stare sul pezzo".

Sulle partite perse

"Abbordabile non c'è nessuna squadra, ci manca la cattiveria negli ultimi minuti. Non possiamo sempre farci rimontare, potevamo avere 6/7 punti in più e stare lì sopra. Ora dobbiamo vincere a Sassuolo".

Sulle parole del mister e sulla prestazione

“Penso che il mister abbia ragione, abbiamo fatto una buonissima partita fino al primo gol, dispiace perché eravamo partiti benissimo e avevamo molte occasioni per fare il terzo gol. Buttiamo così punti importanti. Anche sul 2-1 abbiamo tenuto bene, c’è mancato quel pizzico per non soffrire all’ultimo, dovevi mettercela tutta oggi perché queste partite sono fondamentali per la classifica. Ci dispiace per i nostri tifosi, per tutti".

Sulla Nazionale

"Nazionale? Non lo so, è il sogno di tutti e anche il mio, le scelte le farà il mister, io penso a fare il massimo qui alla Lazio e poi vedremo".

Riguardo la squadra e le ultime partita

"Credo sia un momento delicato, è sotto gli occhi di tutti. Ci dispiace, pareggiare una partita così dopo 80 e passa di grandissima qualità, in vantaggio di due gol, fa male. Dobbiamo migliorare in tante cose, a essere più attenti, feroci, cattivi negli ultimi minuti. Sono dettagli che fanno la differenza oggi. Lazio pecca di presunzione? No, non credo presunzione. Anche sul 2-0 abbiamo avuto delle occasioni e continuato a spingere. È un momento delicato, alla minima difficoltà o al primo tiro loro prendiamo gol. Dobbiamo migliorare. Cos'è cambiato in queste partite? Fisicamente stiamo bene, l'abbiamo dimostrato. Anche oggi abbiamo corso tanto e bene, lavoriamo ogni giorno sulla fase difensiva con tutta la squadra. Manca qualcosa, un pizzico di cattiveria nei minuti finali. Parite come questa vanno portate a casa in tutti i modi". 

Sulla possibile paura e sul clima nel gruppo

"No, abbiamo giocato alti, anche dopo il loro gol. Dispiace, tenevamo a vincere per la classifica e perché è un momento complicato. Adesso siamo obbligati a vincere a Sassuolo. Ingenuità sul gol del 2-1? Lo devo rivedere, eravamo messi male, probabilmente mancava un altro uomo in copertura. Ti aspetti clima teso? No, io credo che adesso sia il momento di stare tranquilli, sereni, continuare con le nostre idee, il nostro gruppo che è fantastico. Confronto post-partita? No, adesso no". 

Sull'arbitro

"Dovete chiederlo agli arbitri, non sono io che devo dire le cose. La mia ammonizione era giusta, come era giusta la seconda ammonizione di Bandinelli che non hanno dato. Beffa simile alla Samp? Sì, anche lì eravamo in vantaggio e abbiamo subito un gol stupido negli ultimi minuti. Bisogna migliorare. Soddisfatto dal modo in cui interrompiamo l'azione avversaria? Secondo me sì, tranne nell'occasione del 2-1".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram