LOTITO sul calcioscommesse: «La responsabilità oggettiva è una norma obsoleta. Io mi fido dei miei ragazzi»

Pubblicato 
venerdì, 30/03/2012
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

LOTITO sul calcioscommesse: «La responsabilità oggettiva è una norma obsoleta. Io mi fido dei miei ragazzi»

Il Presidente biancoceleste parla della vicenda che sta scuotendo il calcio italiano

(getty images)

«Gli stadi polifunzionali sono necessari per rilanciare e rendere competitivo il calcio nazionale. Il sistema reggerà solo se i club saranno messi in condizione di patrimonializzare. La Juve ha impiegato 12 anni per avere le autorizzazioni. L'iniziativa della Juve era diversa: hanno avuto uno stadio, l'hanno demolito e ricostruito in una zona centrale e questo ha portato grandi benefici che però non sono quelli che può portare la cittadella dello sport dove il tifoso vive 24 ore su 24 e diventa un punto di riferimento». Parola di Claudio Lotito, che a Sky Sport24 ha parlato di calcio e di Lazio. «Certo così si incrementa la patrimonializzazione - rileva il Presidente biancoceleste- ma si incrementano indirettamente i ricavi».

Claudio Lotito non è preoccupato per le inchieste sul Calcioscommesseio sono stato uno di quelli che hanno lanciato l'allarme parlando di task force e tintinnio di manette»). «Il vero problema di questo sistema - dice il numero uno biancoceleste - è che bisogna liberalizzarlo da questa palude della responsabilità oggettiva che è un fardello per le società. Le società devono mettere in campo tutta una serie di iniziative volte a prevenire certi fenomeni e a combatterli energicamente. Fin quando viene consentito a tifoseria di avere ripercussioni sulle società, queste diventano ostaggio dei tifosi». «Dobbiamo unirci per combattere questi fenomeni - aggiunge Lotito -. La responsabilità oggettiva è una norma obsoleta che riguarda il passato, Uno deve rispondere dei comportamenti diretti».

Lotito non è preoccupato per la posizione di Christian Brocchi e Stefano Mauri convocati dal Procuratore federale. «Conoscendo i ragazzi, conosco le qualità morali delle persone - spiega - L'anno scorso sono stati in pellegrinaggio a Medjugorje con Floccari, sono persone che non hanno una enfatizzazione degli aspetti materiali, sono ragazzi che vivono una vita molto lineare e molto corretta, se poi si vogliono far pagare responsabilità alle persone solo per le conoscenze... Il vero problema di questo sistema è creare attenzione mediatica invece di andare ai fatti veri»

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram