CORRIERE DELLO SPORT. Radu c’è, Konko in dubbio

Reja deve fare i conti con una lunga lista di infortunati per la sfida con l’Udinese

(getty images)

 

Konko e Radu rappresentano i dubbi principali di Reja, che ieri sera s’è messo davanti alla televisione per studiare l’Udinese e soltanto oggi entrerà nel vivo delle prove tattiche. Ci sono maggiori possibilità di recupero per il difensore romeno, a cui è stata risparmiata la fatica di Europa League. Gli esami clinici eseguiti alla Paideia mercoledì hanno escluso la presenza di lesioni muscolari. Radu aveva solo un affaticamento ai flessori della coscia sinistra. Ieri stava meglio, è stato sottoposto ad una doppia seduta di lavoro differenziato: dovrebbe essere disponibile per domenica, ha spiegato il medico sociale Stefano Salvatori. C’è qualche incertezza in più per Abdoulay Konko, che continua ad avvertire un fastidio agli adduttori della coscia destra. S’è allenato con la squadra evitando i carichi di lavoro massimali: resta in dubbio. Le due buone notizie riguardano Stankevicius e Cana. Il difensore lituano, che doveva allenarsi a parte, ha lavorato con la squadra e sembra aver superato l’affaticamento muscolare dei giorni scorsi. Anche l’albanese s’è rimesso subito in piedi dopo il problema al ginocchio accusato con lo Sporting. Ieri ha svolto un allenamento differenziato, ma stava molto meglio, oggi rientrerà nel gruppo e lo staff medico lo considera disponibile per domenica.
Reja sta recuperando anche Dias e Matuzalem. Il difensore brasiliano ha riassorbito la distrazione al legamento collaterale interno del ginocchio destro e prima ancora aveva superato lo stiramento al polpaccio. Clinicamnete è guarito, ma gli manca una buona condizione fisica dopo 40 giorni di assenza. Reja vorrebbe utilizzarlo con l’Udinese, ma riflette anche sulla partita di mercoledì, quando all’Olimpico si presenterà il Chievo. Molto dipenderà anche dalle condizioni di Radu. Dias è in ballottaggio con StankeviciusDiakitè è favorito su Biava per l’altro posto da centrale. Matuzalem ha ripreso ad allenarsi da qualche giorno con il gruppo, non può avere la tenuta ideale, viene da uno stiramento e da uno stop di un mese. Il tecnico friulano conta di portarlo in panchina: potrebbe essere utile nel finale di partita. Brocchi e Zauri, più Mauri, sono fuori causa e torneranno a Siena, alla ripresa del campionato.
E’ ancora troppo presto per parlare di formazione, ma alcune indicazioni ci sono. Reja cercherà di bloccare bene le fasce laterali, teme la corsa di Armero a sinistra, la spinta di Isla e Basta sull’altro versante. Dipenderà molto da Konko: se non recupera, toccherà a Lulic a destra. Due ipotesi. Con il 4-3-1-2: Bizzarri; Lulic, Diakitè, Dias (Stankevicius), Radu; Gonzalez, Ledesma, Cana; Hernanes; Cisse, Klose. Con il 4-2-3-1: Bizzarri; Lulic, Diakitè, Dias (Stankevicius), Radu; Gonzalez (Cana), Ledesma; Cisse, Hernanes, Sculli; Klose. E’ possibile anche la sorpresa della difesa a tre, decisiva nel secondo tempo di Lecce. Con il 3-4-2-1 la Lazio giocherebbe così: Bizzarri; Diakitè, Dias (Stankevicius), Radu; Gonzalez, Cana, Ledesma, Lulic; Cisse (Sculli), Hernanes; Klose.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.