LA GAZZETTA DELLO SPORT – A 12 turni dalla fine la Fiorentina ha il miglior calendario, ma non si ritrova più. E l’Inter è attesa domenica dallo scontro diretto contro la rivelazione Maran…

LAZIO-PESCARA esultanza 01
RASSEGNA STAMPA – (L. Bianchin, F. Licari) – Venerdì c’è Napoli-Juve sfida scudetto, per loro le prossime coppe dovrebbero essere sicure: ma chi si aggiungerà in Europa? Vediamo un po’ la classifica: Catania 16; Milan e Cagliari 15; Juve 14; Napoli 13; Samp 12; Torino 11; Udinese, Bologna e Siena 10; Inter e Genoa 9; Lazio, Roma 8; Fiorentina 7; Atalanta, Chievo e Palermo 5; Parma 3; Pescara 1. Sorprendente, no? S’intende, è quella del girone di ritorno. Sembra quasi un altro campionato rispetto all’andata e può offrire serie indicazioni sull’ultimo terzo di stagione. Soprattutto sulla grande ammucchiata per le coppe, con 6 squadre in corsa per 4 posti. Da qui al 13 maggio può succedere tutto, anche che l’Udinese, dall’improbabile 37, agganci il treno: c’è già riuscita tre volte. Disponibili, ancora, un tassello in Champions e tre in Europa League. In ballo Lazio (47 punti oggi), Milan (45), Inter (44), Fiorentina e Catania (42), Roma (40). Con il particolare non secondario che la Lazio e una tra Inter e Roma (semifinale di ritorno il 17 aprile) possono rientrare dalla porticina della Coppa Italia. Se fosse solo per il trend, il Milan avrebbe ottime chance. Tutte le considerazioni su gioco e trend valgono per il Catania che deve recuperare 5 lunghezze dalla Lazio. Valutando il calendario, chi potrebbe sorridere di più è la Fiorentina attesa da soli tre scontri diretti (Milan e Roma in casa, Lazio fuori) e, nelle ultime tre giornate, dalla sfilata Siena, Palermo e Pescara che potrebbero anche essere disinteressate. Un po’ più complicata l’agenda del Catania di Maran che, oltre agli scontri diretti (Inter, Lazio e Milan), deve vedersela con Udinese e Juve. Una vera prova di maturità per un traguardo che sarebbe storico. Discorso che può riguardare anche la Roma: ritrovata fiducia e concretezza con Andreazzoli, ha all’orizzonte il derby, la Fiorentina, il Milan più Udinese e Napoli. Però in classifica è a quota 40: forse l’Europa League è il massimo cui aspirare. Aumentano le difficoltà parlando di Inter e Milan. I nerazzurri hanno in lista Catania, Lazio, Udinese, Juve e Napoli. I rossoneri evitano Guidolin ma in compenso trovano Fiorentina e Roma. Inter (1,3) e Milan (0,5) hanno la peggior media-punti negli scontri diretti. Il calendario da paura è quello della Lazio che però con le 5 rivali ha la miglior media (1,8). Deve affrontare tutte tranne il Napoli: e cioè Fiorentina, Catania e Juve (in casa), Milan, Inter e Udinese (fuori) più il derby. Lazio, Inter e Milan hanno oltretutto il contestuale impegno in Europa. La tradizione dice che la classifica di oggi — con Juve, Napoli, Lazio al verticeè all’87% quella che ritroveremo a fine stagione. Milan-Lazio (sabato) e Catania-Inter (domenica) potrebbero rendere tutto più bello e complicato.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.