Tempo di lettura: < 1 minuto

SASSUOLO LAZIO INTERVISTA FARRIS – Al ‘Mapei Stadium’ di Reggio Emilia la Lazio ha trovato il primo pareggio della stagione. Dopo sette vittorie e quattro sconfitte in campionato, il segno ‘X’ è arrivato a Sassuolo contro i ragazzi di De Zerbi. Le reti di Parolo e Ferrari sono valse l’1 a 1 finale, un risultato che ha comunque garantito ai biancocelesti il quarto posto solitario in classifica. Massimiliano Farris, vice di Inzaghi, ha analizzato la partita ai microfoni del canale tematico biancoceleste.

SASSUOLO-LAZIO – Eravamo reduci dalle fatiche di Europa League, ovvero dalla gara casalinga contro l’OM in cui per il secondo anno consecutivo abbiamo staccato il pass per la fase ad eliminazione diretta di Europa League con due giornate di anticipo. Volevamo schierare una formazione competitiva contro un avversario che sa palleggiare bene inserendo anche forze fresche“.

LUIS ALBERTO – “Correa ci sta dando tanto, la sua esclusione dal primo minuto non è una penalizzazione ma Luis Alberto è un giocatore importante ed in questo momento ha bisogno di qualche ‘coccola’ in più: nella gara del Mapei Stadium lo spagnolo ha messo in campo quello che doveva“.

GIOCO LAZIO – “Dobbiamo migliorare alcuni aspetti: uno di quelli su cui siamo cresciuti è la posizione del quinto opposto. Quando ad esempio Lulic attacca, Marusic o Patric sono già pronti per eventuale ripartenze avversarie. Dobbiamo crescere su alcune diagonali. Abbiamo cambiato l’approccio alla gara, la Lazio non è più una sorpresa, le altre squadre ci affrontano in modo diverso. Gli avversari non ci lasciano ripartire, soprattutto in casa quando vengono a difendersi. La squadra ha recepito il messaggio. Il gioco è meno spettacolare ma siamo efficaci”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.