Restiamo in contatto

INTERVISTE

Venezia, Kiyine si presenta: “Il progetto mi ha convinto, ma devo essere più continuo”

Pubblicato

il

lazionews-lazio-kiyine
Tempo di lettura: 2 minuti

SOFIAN KIYINE VENEZIA – Sofian Kiyine è un nuovo giocatore del Venezia. L’esterno, infatti, ha lasciato la Lazio in prestito con obbligo di riscatto. Oggi il giocatore si è presentato alla squadra. Queste le sue parole riportate da TMW.

Le parole di Kiyine

“La scelta è stata basata sul progetto, sulla vicinanza del presidente, del direttore e del tecnico, mi sono sentito voluto ed è una cosa importante. Ho sentito di questo interesse già da gennaio scorso e questa estate non ci ho pensato due volte, è stata la mia priorità”.

Il ruolo

“Mi piace giocare più dalla parte sinistra del campo, ma mi metto a disposizione, non mi cambia il ruolo, come ha detto il direttore mi metto a disposizione del mister”.

Serie A

“Ho fatto la Serie A ormai quattro anni fa al Chievo e all’epoca pensavo di essere pronto, poi rivedendo le partite con l’età mi sono reso conto di non essere pronto. Quando sei giovane ti alleni con la squadra, giochi e pensi di essere pronto, in questi tre anni di Serie B sono però maturato molto nel mio gioco, ho fatto esperienza e ora mi sento pronto per poter rifare la A. Sono arrivato in A sei anni fa dopo un anno allo Standard Liegi, poi ho fatto un provino per il Chievo e mi hanno preso. Penso di dover migliorare sotto l’aspetto della costanza nelle partite, è un po’ il mio punto debole di questi ultimi anni e ci sto lavorando sopra”.

Impressioni sulla squadra

“Ho visto le due partite contro il Napoli e l’Udinese. Ho visto una squadra molto giovane, questa sosta ci fa bene perché siamo tutti nuovi, in questo modo in allenamento possiamo migliorare gli automatismi. Anche se capitano risultati negativi il campionato è lungo, dobbiamo puntare sulla forza della squadra, non possiamo puntare su altri tipi di qualità”.

Chievo

“Sparizione del Chievo? Mi dispiace, perché comunque vedendo la storia del club era una bellissima realtà, dispiace per la piazza e per il presidente. Purtroppo il mondo del calcio è così”.

Ventura

“Con il mister mi sono trovato benissimo, aveva idee di gioco ben chiare ed è un allenatore che fa calcio. Con noi giovani dava sempre una mano, per me è stato molto importante lavorare con lui, lo ringrazio ancora”.

Condizioni fisiche

“Sono stato fuori e quindi non tengo i ritmi che hanno gli altri, però ora sto lavorando con gli altri e sento che la forma sta migliorando”.

La partita contro il Venezia

“A quella partita ci tenevo molto perché sapevo che c’era l’interesse del Venezia, ci tenevo a fare bene e volevo quindi far vedere bene cosa so fare, ci ho messo qualcosa in più”.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.