CALCIOMERCATO

FACCIA A FACCIA, Strakosha vs Szczesny nel segno del numero 5. E un’altra sfida all’Olimpico per l’ex Roma

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti
- Advertisement -

FACCIA A FACCIA – Riecco quei due. Di nuovo uno contro l’altro, dai tempi di Roma-Lazio, quando il bianconero era nella Capitale ed indossava la maglia giallorossa. Sarà un altro avvincente duello, quello fra Strakosha e Szczesny, i due estremi difensori delle due formazioni che si sfidano domenica all’Olimpico. Si sono incontrati solo una volta in passato all’Olimpico, quando il portiere polacco giocava nella Roma nel derby, vinto dalla squadra biancoceleste per 3-1 disputato il 30 aprile del 2017. Poi la sfida contro la Juve di agosto 2018. Prima di allora, Thomas ha sempre avuto dall’altra parte del campo Gigi Buffon.

STRAKOSHA VS JUVE – 5 le gare di Strakosha contro i bianconeri. Si registrano due vittorie e tre sconfitte. Da ricordare quella clamorosa all’Allianz il 14 ottobre 2017, quando proprio Strakosha fu protagonista indiscusso, parando un rigore al 90′ a Dybala eregalando la vittoria ai biancocelesti.

SZCZESNY VS LAZIO – Anche per il bianconero sono 5 i precedenti con la Lazio. Un bilancio però che è decisamente positivo: 4 le vittorie, di cui tre in giallorosso, e una sola sconfitta, sempre con la Roma. Nella gara di Supercoppa vinta dalla Lazio contro la Juventus nel 2017, il polacco era in panchina mentre dall’altra parte Strakosha si rendeva protagonista di una gara indimenticabile.

NEL SEGNO DEL 5 – 5 anche gli anni di differenza tra i due: il ragazzo di Varsavia è un classe ’90, quello albanese è un ’95. Entrambi giocano nelle rispettive nazionali: Szczensy con la Polonia ha collezionato ben 40 presenze, esordendo a 19 anni e 7 mesi. Strakosha, il futuro della nazionale albanese, segna 8 presenze nella maggiore, 14 in Under 21. L’esordio, arrivato più tardi, a 22 anni e 5 giorni con Giovanni De Biasi. E Roma che, per entrambi, ha rappresentato un punto di partenza: quella dei big per il portiere della Juve, le giovanili per Thomas che si è fatto valere fino ad arrivare in prima squadra sovvertendo ogni gerarchia. Le due promesse in Serie A continuano a voler dimostrare di meritare il posto a suon di parate e personalità. Lo faranno senza dubbio anche nel big match della domenica, ancora una volta all’Olimpico, uno contro l’altro. Obiettivi diversi, speranze comuni.

M.S.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI