inter-spalletti
Tempo di lettura: < 1 minuto

INTER LAZIO INTERVISTA SPALLETTI – La Lazio espugna San Siro grazie a Milinkovic: il colpo di testa del serbo è sufficiente per battere l’Inter 1 a 0 e rilanciarsi prepotentemente nella lotta Champions. L’allenatore nerazzurro Spalletti è intervenuto ai microfoni di Sky al termine del match per analizzare quanto accaduto.

SCONFITTA – “Una sconfitta pesante contro una concorrente diretta. Partita condotta bene, sfortunati all’inizio, Lazio brava a passare in vantaggio subito. Abbiamo sofferto nella seconda parte del primo tempo, loro ripartivano con i terzini e noi non abbiamo attutato marcature preventive. La Lazio crea sempre occasioni contro tutti, il gol all’inizio ha complicato tutto”.

ICARDI – “A me non toglie tranquillità, forse farà divertire voi giornalisti. Per come si è comportato merita di non giocare: è giusto che scendano in campo gli altri. Poi all’interno di un gruppo bisogna avere credibilità. Gli eventi e gli sviluppi sono facili da decifrare. Mediare con un calciatore per fargli indossare una maglia è una cosa umiliante per il club: doveva stare fuori una partita. Ora rientrerà in gruppo. Solo Ronaldo e Messi fanno la differenza a questi livelli: è la disciplina la vera forza di una squadra, non il singolo. Nello spogliatoio rientro serenamente, ho fatto le scelte giuste”.

CALCI DA FERMO – “Quando non giochi con tranquillità le situazioni da calcio da fermo le sbagli e soffri. Politano ha piedi splendidi, ha tirato più volte in porta e le occasioni ci sono state. E Icardi in tutto ciò cosa c’entra?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.