CALCIOMERCATO

L’inventore del fantacalcio, Riccardo Albini: “Sono milanista, per sabato ho paura del +3 di Immobile”

- Advertisement -
Tempo di lettura: < 1 minuto

RICCARDO ALBINI FANTACALCIO – Il fantacalcio è sicuramente il “passatempo” più in voga tra gli appassionati di Serie A. L’inventore del gioco Riccardo Albini, è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia per parlare di Milan-Lazio e non solo.

NASCITA FANTACALCIO – “Ero a Chicago per lavoro e in una libreria ho trovato un libro di “Fantasy Football”, mi ha incuriosito e l’ho preso. Negli anni dopo aver letto questo libro mi è venuta l’idea per sviluppare un gioco simile, adattandolo però al nostro calcio, così è nato il Fantacalcio. Se ci gioco ancora? Certo! Mi diverte ancora tantissimo, siamo gli stessi da trent’anni. Ai primi tempi ogni anno realizzavamo un libro che vendeva 10.000 copie, ma con l’arrivo di internet ho venduto il marchio, non sono diventato ricco. Ho inventato il gioco e sono contento lo stesso, anche se oggi si è formato un giro economico molto grande”.

STORIA – “Il giocatore a cui sono più legato è Shevchenko, mi ha fatto vincere un paio di scudetti e l’ho preso quando ancora era sconosciuto all’epoca. Ho vinto 5 campionati come altri del mio gruppo, ancora nessuno è riuscito ad arrivare a 6. Che si potessero creare nuove versioni, ad esempio quella “Mantra”, me lo immaginavo, ma non pensavo che tanta gente potesse giocare 9 mesi allo stesso gioco. Un successo incredibile che non mi sarei mai immaginato, non c’era ancora internet quindi non credevo potesse avere questo boom”.

MILAN-LAZIO – “Ho paura del +3 di Immobile, che ho anche in una mia squadra. Sarei contento di un 2-1 con gol di Immobile (ride n.d.r), quando Ciro è in giornata è fortissimo”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI